Afghanistan: Karzai critica l'uccisione del capo dei talebani dal drone Usa

Il presidente: "Omicidio è arrivato nel momento sbagliato, può rendere difficile i negoziati per la pace nella regione".

Critico con gli Usa

Hamid Karzai, presidente dell'Afghanistan, critica l'uccisione del capo dei talebani del Pakistan, Hakimullah Mehsud, da parte di un drone americano, avvenuta venerdì scorso: "E' successa nel momento sbagliato". Karzai ha parlato a una delegazione del Congresso statunitense che era in visita nella capitale afgana Kabul.

Il presidente si è augurato che "questa azione non pregiudichi il processo di pace nella regione. L'azione del drone Usa è stata intempestiva, e potrebbe avere delle conseguenze in futuro". Del resto, l'uccisione del capo dei talebani era stata criticata anche dallo stesso governo pachistano. Il ministro degli Interni di Islamabad, Chaudry Nisar, aveva accusato Washington di voler "affondare i tentativi di pace".

Il Pakistan, tra il 1996 e il 2001, aveva riconosciuto il governo dei talebani. Karzai ritiene Islamabad cruciale per evitare una potenziale guerra civile in Afghanistan dopo il ritiro delle forze Nato, previsto per l'anno prossimo, il 2014. Di sicuro tra Pakistan e Usa è sceso ora una sorta di gelo. Il ministro dell'Informazione, Pervez Rasheed, ha detto: "I droni sono utilizzati per uccidere, ma non lasceremo che uccidano il dialogo".

"Abbiamo compreso la politica doppia del governo pakistano e la sua ipocrisia" ha dichiarato oggi Azam Tariq, portavoce dei talebani pakistani. Nelle ultime settimane il Ttp (Tehreek-e-Taliban) sembrava aver infatti ammorbidito le sue posizioni contro i colloqui, ma aveva posto molteplici domande come precondizioni per ogni negoziazione, inclusa la fine degli attacchi drone nelle aree tribali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO