Ballarò, la puntata del 5 novembre 2013

La puntata di Ballarò in diretta su PolisBlog

23.32 Finisce la puntata. Alè.
23.31 Gasparri è sicuro: "Le prossime elezioni le vincerà il centrodestra". Boschi chiude citando la problematica della disoccupazione giovanile.
23.29 Gasparri sostiene che il Pd sia razzista perché sfrutta gli stranieri mettendoli in fila per le tessere del partito.
23.29 Secondo Schiavella dai sondaggi emerge la "crisi profonda degli strumenti della rappresentanza".
23.27 Abete non aveva grandi aspettative verso il governo Letta.

Dobbiamo accontentarci di piccoli passi utili. Speriamo che presto si faccia la legge elettorale.

23.26 Intenzioni di voto.

23.25 Più tasse o meno tasse con la nuova legge di stabilità?

23.24 Il giudizio sul governo Letta.

23.22 Come si è comportata il ministro Cancellieri?

23.21 Sondaggi.

23.19 Boschi: "Ci possono essere situazioni in cui si è raggiunto un livello patologico. Ci vuole trasparenza nella partecipazione dei cittadini, ma non vorrei una generalizzazione che penalizza chi tiene in vita il partito anche gratis".

23.16 Un servizio sul caos tesseramento nel Pd. Lunghe file in provincia di Frosinone, tutti vogliono tesserarsi al Pd l'ultimo giorno utile. A Isola del Liri idem.
23.14 Gasparri ricorda che referendum poplari hanno cancellato due leggi volute dal centrodestra su municipalizzate e riduzione dei parlamentari.
23.13 Gomez: "Questo Paese è in mano ad una oligarchia e le oligarchie cedono solo di schianto. Pensare che possano autoriformarsi è impossibile".
23.11 L'antropologa ritiene infatti che ci sia troppo distacco tra chi è al potere e il cittadino comune.
23.09 Signorelli lamenta lo stato del trasporto pubblico a Roma.

Bisognerebbe obbligare chi è al potere a vivere la vita del cittadino comune.

23.07 Quindi un viaggio nelle università agrarie nel Lazio, dove per scegliere il presidente bastano anche soli 87 voti.
23.01 Un servizio sulle municipalizzate. Si parte dall'Ama e dall'Atac a Roma.

22.57 Pubblicità.
22.55 Salvatore insiste:
Tutti vogliono le riforme ma appena si tocca qualcuno... in Italia ci sono 250 mila avvocati, in Francia 50 mila.
22.54 Salvatore: "Iniziare un'attività in Italia costa 20 volte in più che in Inghilterra".

22.50 Salvatore: "Alitalia è stata data in mano a chi nulla sa di linee aeree". Poi denuncia l'altissima pressione fiscale vigente in Italia.
22.48 Gomez: "C'è troppa gente che non paga le tasse; lo Stato dimostri che tutto quello che viene recuperato dagli evasori serve per diminuire le tasse per chi le paga"
22.46 Schiavelli richiama due valori da cui ripartire: equità e legalità.
22.44 Schiavelli boccia la legge di stabilità che "non è quella che serve in questo momento al Paese".
22.41 La confusione sulla legge di stabilità.

22.38 Un servizio racconta come un ingegnere, un architetto e un agente immobiliare condividano due locali perché non possono permettersi uffici più grandi.
22.34 Boschi:

Gasparri, non è che siccome Berlusconi ha pagato tante tasse non le deve pagare tutte.



22.34

Signorelli:

Berlusconi ha fatto l'elogio pubblico dell'evasione fiscale. Chi detiene il potere fa cultura perché è un modello.


22.33 Abete fa notare a Gasparri che non è Berlusconi ad aver pagato le tasse, ma i lavoratori delle sue aziende.
22.30 Signorelli:

In Italia la reputazione sta a cuore a molto pochi.

Poi Abete smentisce di aver pronunciato nel suo intervento precedente la parola contiguità, ma non è così, come spiega Signorelli.
22.29 Gasparri ribadisce che Berlusconi come contribuente ha pagato centinaia di migliaia di euro.

22.27 Gasparri chiede a Floris di mostrare la classifica di chi paga più tasse in Italia, dove primo sarebbe Berlusconi. Il conduttore però mostra questo cartello.

22.26 Gasparri: "Cose negative accadono anche laddove c'è la tracciabilità. Non bisogna criminalizzare il cittadino. Il limite dei 1000 euro è troppo basso".
22.23 Ernesto Maria Ruffini spiega che in Italia i turisti stranieri possono pagare fino a 15 mila euro in contanti, mentre il limite per i cittadini italiani è 999 euro.

22.20 Alla dogana si scoprono anche banconote da 500 euro nascoste in una crema per corpo. In un pacchetto di sigarette ci stanno fino a 20 mila euro in banconote da 500 euro (introvabili in Italia).

22.16 Un servizio introduce il tema dell'evasione fiscale.
22.11 Abete. "Cancellieri fa bene a non dimettersi, chi fa una sporcizia deve andar via, chi fa un errore deve essere messo alla prova come succede in America". Su Alitalia:

C'è un problema di qualità e uno che riguarda la classe dirigente che ha assunto una sfida impossibile.

22.08 I guai giudiziari degli azionisti in Italia.

22.06 Salvatore precisa che anche negli Stati Uniti c'è chi non si dimette, come Hillary Clinton. Sul caso Cancellieri:

Il ministro avrebbe dovuto dire "io non faccio favori a nessuno".

22.04 Gli scandali recenti dei ministri italiani.

21.54 Un servizio introduce il tema Alitalia.
21.52 Schiavella denuncia l’assenza dello Stato nelle sue funzioni di garanzia e di regolatore:

In Italia non si riesce a fare impresa in modo corretto. Lo Stato si ritrae dalle sue funzioni di controllo

21.47 Per Gomez le due vicende dal punto di vista giudiziario hanno molte differenze, ma dal punto di vista fattuale sono identiche.
21.45 Gomez stupito dal fatto che la classe politica continui a delegare alla magistratura la selezione dei candidati.
21.44 Gasparri: “Trovo più grave il caso Cancellieri, perché la persona interessata era detenuta. I 7 anni dati a Berlusconi sono incredibili”.
21.42 Boschi nota che Berlusconi ha commesso un reato accertato da una sentenza, mentre nel caso di Cancellieri ad oggi non risultato atti illeciti.
21.41 Il caso Ruby, secondo il Pdl.


21.40 Il parlamentare Pdl ricorda che Ligresti non è rimasto impunito, essendo stato condannato già ai tempi di Tangentopoli. Poi rammenta che Caselli ha ‘assolto’ Cancellieri:


A Berlusconi per molto meno non è stato salvato da nessuna certificazione di questo tipo.

21.39 Gasparri:

Voteremo sì alla fiducia, perché non ha commesso reati, anche se la vicenda lascia dei dubbi.

21.38 Boschi sostiene che in questo caso in gioco ci sia il rispetto delle istituzioni:

Si è data l’immagine di un Paese in cui la legge non è uguale per tutti. Un ministro deve occuparsi di tutti, non deve fare telefonate personali.


21.30

Signorelli:

Un ministro non è chiamato a fare opere buone, ma ad amministrare.

21.30 Signorelli cita due proverbi siciliani per descrivere il caso Cancellieri:

La legge è uguale per tutti, ma con i denari e l'amicizia te ne freghi della giustizia.


21.27 Un nuovo servizio sul caso Cancellieri.

21.25 Quindi una serie di battute sul Pdl e in particolare sul rapporto tra Berlusconi e Alfano.
21.22 Crozza deride Gasparri, dicendo che il suo nome è utile per chiudere la gag perché la gente scoppia a ridere.
21.22 Crozza-Cancellieri esprime l'umanità in alcune telefonate.
21.19 Tocca a Maurizio Crozza, che veste i panni della ministra Cancellieri.

21.15 Pubblicità.
21.13 In onda la chiocciola, la vita secondo i giovani.
21.12 Floris presenta gli ospiti.
21.09 Si parte con un servizio che riassume il caso Ligresti-Cancellieri.

Ballarò questa torna in onda alle ore 21.05 su Rai3 con una puntata in cui si discuterà anche del caso Cancellieri. Giovanni Floris però si occuperà anche della legge di stabilità criticata dai partiti politici e di chi torna a protestare per il diritto alla casa.
Tra gli ospiti ci saranno Maurizio Gasparri del Pdl, Maria Elena Boschi del Pd, l’economista Dominick Salvatore, il presidente della BNL Luigi Abete, il segretario generale della Fillea Cgil Walter Schiavella, l’antropologa Amalia Signorelli e il direttore del Fattoquotidiano.it Peter Gomez. Nel corso della puntata il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli illustrerà i sondaggi; in apertura la consueta copertina satirica di Maurizio Crozza.
Su PolisBlog il liveblogging inizia alle 21.05.


Ballarò, la puntata del 5 novembre 2013

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO