Israele: assolto l'ex ministro Lieberman, Netanyahu lo rivuole subito in sella

La prossima settimana Lieberman dovrebbe poter riprendere il suo ruolo, lasciato vacante dal dicembre scorso.

Assolto, tornerà al dicastero degli Esteri

Benjamin Netanyahu, premier israeliano, ha voluto congratularsi personalmente con l'ex ministro degli Esteri, Avigdor Lieberman, assolto dalle accuse di frodo e di abuso di fiducia. Lo scrive il Jerusalem Post. Il primo ministro si è detto "contento che torni al governo, così possiamo continuare a lavorare insieme per il bene del popolo d'Israele".

Non è ancora certo, ma si ipotizza infatti che Lieberman possa tornare a ricoprire la carica di ministro degli Esteri già dalla prossima settimana. L'ex ministro dovrà giurare nuovamente alla Knesset, il parlamento israeliano. Difficilmente l'accusa ricorrerà in appello. I tre magistrati del tribunale di Gerusalemme hanno votato all'unanimità per l'assoluzione in un'udienza che è durata pochi minuti.

Quando Lieberman, nel dicembre scorso, si era dimesso per difendersi nel processo in corso, il premier Netanyahu aveva preferito non sostituirlo, lasciando dunque il posto di ministro vacante. Il 55enne leader del partito di destra Israel Beitenu è un alleato chiave del Likud di Netanyahu. Era accusato di aver favorito la carriera di un diplomatico, Zeev Ben Aryeh, nominato ambasciatore in Lettonia dopo che nel 2001 gli aveva rivelato informazioni riservate su un'inchiesta di polizia che lo riguardava.

"Voglio ringraziare la Corte. Dopo 17 anni di indagini, mi metto alle spalle questa storia e posso guardare alle nuove sfide" ha detto emozionato, dopo la lettura del verdetto, l'imputato. L'opposizione ha invitato il presidente del governo a non permettere a Lieberman di tornare a fare il ministro: "In quel ruolo, ha danneggiato il Paese" ha fatto sapere Shelly Yacimovich.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO