Francia: il nuovo centro presenta l'Alternative di Bayrou e Borloo

BB, Bayrou e Borloo, MoDem e UDI per il nuovo centro francese.



Dopo lunghe manovre di corteggiamento e avvicinamenti a scatti, il patto tra l'Union des démocrates et indépendants (UDI) presieduta da Borloo e il MoDem (Mouvement Démocrate) di Bayrou, due formazioni partitiche francesi collocate in posizioni di centro, è stata sigillata nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 5 novembre 2013, e comunicata al paese attraverso una conferenza stampa bifronte, tenutasi presso la Maison de la chimie a Parigi, dando vita a l'Alternative, nuova entità politica che si aggiunge al PS del presidente Hollande e all'UMP che aveva sostenuto Sarkozy, con intenti evidenti già nel nome.
Sul tavolo una carta di che definisce in quattro pagine le alleanze costitutive della nuova compagine centrista, nata dal compromesso e costituita da regole di coalizione, ma senza rientrare nella forma della personalità giuridica e di conseguenza neanche in quella classica di partito, che sarà guidata da un ufficio nazionale che riunirà i parlamentari e gli esecutivi delle entità che la formano. Richiamo ai valori comuni, la République, l'Europa l'ecologia e lo il malcontento diffuso dei cittadini d'oltralpe, ai quali si propone di offrire l'alternativa chiesta da più lati.

Alleati in tutte le elezioni


Sorge spontaneo chiedersi chi presenterà L'Alternative alle prossime presidenziali del 2017, dato che MoDem e UDI si sono impegnati a presentarsi insieme a tutte le elezioni sia locali che nazionali, escludendo la possibilità di stringere alleanze con il Partito Socialista e lasciando la porta socchiusa ad eventuali "partnership naturali" con la "destra repubblicana", lontana dal Front National...
Li chiameranno forse BB, da Jean-Louis Borloo e François Bayrou, i cognomi dei due leader del nuovo attore del centro politico francese, e per quanto il loro matrimonio debba essere preso in considerazione per comprendere l'evolvere degli equilibri politici da Parigi, la garanzia di un duraturo successo alla Bardot, su uno scenario politico francese piuttosto manicheista, è tutt'altro che scontata.

Foto by ERIC FEFERBERG/AFP/Getty Images. Tutti i diritti riservati.

Via | lemonde.fr

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO