Letta: “Giudicatemi nel 2014, quando ci sarà la ripresa”

Il premier Letta, ospite di Domenica In, parla dell’attività di governo e della ripresa che verrà. L’anno prossimo, ovviamente

La promettono tutti e la promettono sempre per l’anno che verrà. Anche il premier Enrico Letta si adegua e declina al futuro – lui che d’altronde è vedroide – la ripresa economica e, di conseguenza, il giudizio sull’operato del suo governo:

A fine 2014 si vedrà la crescita, giudicatemi allora.

Parlando ai microfoni di Domenica In, il premier Letta chiede tempo, evoca una delle espressioni più fastidiosamente reiterate nell’ultimo decennio, la famosa “bacchetta magica” che nessuno possiede. Riguardo all’Imu, Letta spiega di avere rispettato gli impegni e trovato le coperture, ma aggiunge anche di voler essere estremamente rigoroso nel non fare nuovi debiti. Parla degli incentivi per le ristrutturazioni al 65% e delle iniziative messe in campo per chi è rimasto disoccupato ma deve pagare il mutuo della casa.

Poi quello che prevedibilmente diventerà il suo cavallo di battaglia, cioè la legge di stabilità che per la prima volta in cinque anni ha abbassato le tasse su imprese e famiglie e che non ha effettuato tagli alla spesa pensionistica.

Letta parla anche dei costi della politica, un problema che va risolto anche in modo “intrusivo”. Sulla questione primarie Pd, il premier è ottimista:

Sono sicuro che il segretario che verrà eletto dalle primarie del Pd sarà leale con il governo, sapendo che questo governo ha un compito eccezionale.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO