Iran e Aiea firmano accordo sul nucleare

Intesa preliminare per le ispezioni nei siti atomici di Teheran.

Nonostante qualche difficoltà (come le prese di distanza francesi), prosegue la trattativa tra l'Iran, l'occidente e l'Agenzia internazionale per l'energia atomica per trovare un accordo che ponga fine all'annosa questione del nucleare a Teheran e che riesca a placare gli animi israeliani e sauditi.

Un passo avanti importante si è concretizzato poco fa, con la firma della dichiarazione congiunta tra Iran e Aiea. Lo ha annunciato il capo dell’Organizzazione atomica iraniana Ali Akhbar Salehi, riferendosi all’intesa preliminare sulle ispezioni al programma nucleare iraniano sospettato di finalità militari. E quindi, via libera (preliminare, quindi ci sarà ancora da discutere) agli ispettori, che potranno recarsi sui siti di produzione di energia che si sospetta abbiano finalità militari.

"Abbiamo raggiunto un’intesa bilaterale con l’Agenzia basata sul nuovo approccio del governo", ha spiegato Salehi, sottolineando come la Repubblica islamica non fosse tenuta ad accettare questo impegno e che quindi vada preso come un gesto di buona volontà. Gesto che però è stato fatto solo dopo aver ricevuto qualcosa in cambio, visto che sembra che la controversa base militare convenzionale di Parchin sia fuori dall'elenco dei siti che gli ispettori potranno controllare.

Via comunque alla roadmap, il cui obiettivo esplicito è verificare che il programma atomico iraniano non abbia anche anche finalità militari.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO