La Gabbia, la puntata del 13 novembre 2013

La Gabbia in diretta su PolisBlog

00.16 Si chiude con il pezzo satirico di Pravettoni/Paolo Hendel.

00.13 Dopo la pubblicità, ascoltiamo la perfomance musicale di Paragone.
00.04 La classifica dei fuggitivi. Carlo Messina di Intesa SanPaolo al quinto posto, come Fabrizio Viola, ad di Monti dei Paschi. Al quarto posto Guglielmo Epifani. Al terzo posto Beatrice Lorenzin. Al secondo posto Brunetta. Primo posto per il ministro Cancellieri.

23.58 Bellofiore: "L'uscita immediata dall'euro non è una risposta. Io sono per più Europa".
23.55 Un imprenditore in studio spiega che ormai conviene rivolgersi all'usuraio piuttosto che alle banche (contro cui ha intentato alcune cause):

Manca liquidità alle aziende e al cittadino.

23.49 Un servizio racconta il meccanismo delle carte di credito revolving: il tasso di interesse può arrivare al 25%.
23.43 Vediamo la classifica dei pensionati d'oro. Prima però la pubblicità.

23.41 Per Colomban uscire dall'euro in questo momento non è vantaggioso; l'errore è stato entrarci.
23.38 Spazio a Paolo Barnard e Warren Mosler che sostengono l'idea di aumentare i deficit per uscire dalla crisi. Per Mosler anche i consumi tedeschi sono negativi.

23.35 Bellofiore: "Se non c'è domanda di beni, di merci, le imprese non hanno richieste di credito".
23.32 De' Manzoni: "Il lavoro si crea attraverso l'impresa, che deve essere messa in condizione di lavorare bene". Tra gli ostacoli il giornalista cita il sindacato, la burocrazia e la giustizia.
23.29 Parla il giornalista Luca Ciarrocca che spiega il sistema che ha salvato le banche e non le imprese.
23.25 De Manzoni l'euro non è l'unico problema. Un servizio introduce il dato dei 127 mila nuovi super ricchi in Italia grazie alla finanza speculativa.
23.22 Colomban precisa che in Svizzera i lavoratori guadagnano il doppio perché i contributi sono la metà.
23.18 Basile denuncia l'assenza dell'allora ministro Romani. Poi cita Passera. Infine si appella al ministro Zanonato.
23.16 In studio arriva il docente Diego Fusaro. Sugli spalti i lavoratori Eutelia. Basile lamenta che i lavoratori sono diventati carne da macello e ricorda che a inizio dicembre finirà la cassa integrazione per loro.

23.15 Spazio anche alla vicenda De Tomaso (ex Pininfarina), con i lavoratori vicini al licenziamento. C'è anche chi prospetta manifestazioni a Roma con manganelli in mano.
23.10 In onda un nuovo servizio sullo stabilimento Fiat di Mirafiori. I lavoratori non credono più a Marchionne e lamentano da parte dello Stato un piano di sviluppo industriale.
23.04 Pubblicità.
23.00 Un servizio racconta i trasferimenti di alcune imprese italiane in Svizzera per motivi fiscali.

22.58 Sulla disoccupazione giovanile Bellofiore ritiene che la soluzione arrivi con uno Stato che si impone l'obiettivo della piena occupazione.
22.56 La storia di Irene, giovane laureata che non trova lavoro.
22.54 Per Colomban serve che lo Stato tagli le spese e che aumenti gli investimenti in infrastrutture.
22.53 Anche i consumi sono in calo rispetto allo scorso anno.

22.52 Bernocchi se la prende con i gruppi finanziari salvati dall'intervento statale. Boldrini osserva che le banche italiane sono pubbliche. Intanto parte un servizio sulle conseguenze provocate dalle politiche di austerità.
22.52 Per Boldrin se la ricchezza venisse dalla spesa pubblica, saremmo ricchissimi.
22.48 Bellofiore: "Gli sprechi di Stato vanno ridotti, ma il punto chiave è capire in che tipo di crisi siamo. Per uscirne serve una grossa spinta di spese pubbliche". Boldrin ribatte mostrando scetticismo sul paradiso che auspica Bellofiore.
22.45 Secondo Colomban per far ripartire la crescita "basterebbero 10 miliardi di euro di aumento del fondo di garanzia".
22.44 Per Colomban "siamo in uno Stato demenziale".

22.43 In studio l'imprenditore Massimo Colomban e il docente Riccardo Bellofiore.
22.40 Ad un imprenditore agricolo viene richiesta la cifra di oltre 3 milioni di euro, sebbene lui fatturi 1 milione.

22.37 Un servizio parla delle difficoltà degli imprenditori.
22.32 Pubblicità.
22.28 Il servizio satirico di Saverio Raimondo sulle dichiarazioni di Berlusconi sui suoi figli perseguitati come gli ebrei.
22.23 De Manzoni dice che lo sconto fatto dal governo è stato eccessivo. Poi lamenta l'assenza di trasparenza nei finanziamenti che legittima sospetti. Per Gomez i politici sono ricattabili. Bernocchi parla esplicitamente di mafia.
22.19 Endrizzi del M5S ricorda i finanziamenti ricevuti da Letta, Alemanno e Cuperlo e altro da chi gestisce le slot. Anche la rivista della fondazione di D'Alema ha firmato un contratto con le concessionarie di slot, ma il politico non risponde.

22.19 Un servizio sul condono fatto dal governo Letta alle concessionarie di slot machines.
22.17 Bernocchi interpella il 'falchetto' sulle politiche di austerity e di agevolazioni a banche e rendite finanziarie volute anche da Berlusconi.
22.14 Spazio al pubblico in studio.
22.12 In studio c'è un responsabile di Giovane Italia, cioè i giovani di Forza Italia, il quale prende le distanze dai ragazzi intervistati nel servizio.

22.10 Quindi il racconto dell'incontro di Berlusconi con i giovani di Forza Italia.
22.08 Per Prestigiacomo la norma salva-Silvio è una malignità dei giornali.

22.05 Un servizio fa il punto della settimana politica, partendo dalle lamentele dei costruttori edili nei confronti della legge di stabilità.
21.59 Pubblicità.
21.58 Gomez è pessimista e ricorda che l'oligarchia cede di schianto.
21.56 Bernocchi dice che servirebbe una rivolta come quella che c'è stata in Grecia e lamenta un sistema per cui i cittadini sono legati da interessi a politici e dirigenti.
21.53 Altra proposta di Boldrin: "Ricalcoliamo tutte le pensioni al contributivo e mettiamo un tetto".

21.51 Per Bernocchi Mastapasqua "dovrebbe andarsene domattina". Poi lamenta il problema delle pensioni d'oro e di quelle cumulate.
21.50 De Manzoni: "La previdenza è uno dei problemi del Paese".
21.49 Gomez ritiene che Mastrapasqua sia in conflitto d'interesse visti i suoi tanti incarichi, anche pubblici, che ricopre.
21.48 L'Inps precisa che Mastrapasqua guadagna 173 mila euro all'anno dall'Inps stesso.
21.44 Un servizio racconta il caos Inps e contributi. Le domande inviate a Mastrapasqua, rimaste senza risposte.

21.42 Boldrini nega ci sia da parte del suo movimento un interessamento per Passera.
21.40 Battibecco tra Boldrin e Bernocchi, che si accusano vicendevolmente di far parte della casta.
21.36 Boldrin annuncia la proposta di Fare: nessun funzionario pubblico può guadagnare più di ciò che guadagna il Presidente della Repubblica (240 mila euro)
21.32 Massimo De Manzoni di Libero afferma che Boldrini dice "balle" perché il bilancio di previsione mostra un aumento delle spese della Camera. Intanto Bernocchi dichiara che in Parlamento nessuno rappresenta la sinistra:

Sono collusi completamente.


21.31 Gomez precisa che i soldi che si possono recupare dai tagli ai costi della politica sono pochi, ma è necessario un segnale.
21.29 Paragone presenta gli ospiti.
21.28 La presidente Boldrini precisa che "per la prima volta la Camera ha chiesto di meno rispetto all'anno precedente". Poi nota: "I diritti acquisiti non possono essere toccati".
21.26 Fraccaro lamenta che gli unici tagli alla Camera hanno riguardati i dipendenti e non i deputati.
21.25 Il primo servizio racconta i bilanci in aumento della Camera dei deputati.

21.23 I numeri della crisi italiana.



21.19 Paragone prova a telefonare a Palazzo Grazioli, ma è una gag perché risponde Pravettoni.

21.13 Subito pubblicità.

21.11 Inizia la puntata con Paragone che cita le dichiarazioni odierna di Letta.

Nella decima puntata de La Gabbia, il talk show di La7, si parlerà degli scandalosi privilegi della casta, degli sprechi ingiustificati e delle imperdonabili sperequazioni sociali che potrebbero giustificare una veemente protesta popolare.
Gianluigi Paragone ospiterà in studio Roberto Formigoni del Pdl, Peter Gomez, giornalista de Il Fatto quotidiano, Michele Boldrin di Fare per fermare il declino, e Piero Bernocchi dei Cobas.
Nel corso della puntata spazio all'ironia di Paolo Hendel nei panni di Carcarlo Pravettoni e ai servizi satirici di Saverio Raimondo.
Appuntamento su PolisBlog per il liveblogging dell'intera puntata a partire dalle ore 21.10.


La Gabbia, puntata 13 novembre 2013

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO