Onu: Cameron propone l'India per il Consiglio di sicurezza permanente

Il premier britannico in un dibattito con gli studenti ammette: "L'organismo va modernizzato, ben venga New Delhi come membro permanente".

Ha incontrato Cameron

L'India nel Consiglio di sicurezza permanente delle Nazioni Unite. La proposta è del premier britannico David Cameron, che ha parlato in un dibattito ieri a Calcutta, nell'India orientale, con gli studenti dell'Istituto del Management: "E' giunto il momento di procedere alla riforma dell'organismo. E non vi sono dubbi che l'India dovrebbe avere un ruolo permanente. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu va modernizzato".

E ancora: "Le Nazioni Unite non sono un organismo perfetto, ma è bene che ci siano questi tipi di organizzazioni. E noi li sosteniamo". Entrare nel Consiglio di sicurezza è un'aspirazione che New Delhi ha da diversi anni. Prima del dibattito con gli studenti, Cameron aveva incontrato il suo omologo indiano, Manmohan Singh, in una riunione definita da entrambe le parti come "molto utile".

Cameron ha detto di non condividere, ma di rispettare la decisione di Singh di non partecipare al vertice del Commonwealth, che da oggi si tiene nello Sri Lanka, a causa della politica del governo di Colombo contro la minoranza tamil dell'isola. Una politica che è costata la vita a decine di migliaia di civili dopo l'offensiva militare del 2009.

I Tamil, in alcune parti dell'India meridionale, sono la maggioranza. I loro rappresentanti hanno fatto pressioni su Singh perché non partecipasse al vertice, con l'India rappresentata solo dal ministro degli Esteri Salman Khurshid. Cameron, dopo la tappa indiana, è andato direttamente a Colombo, dove si svolge il vertice Commonwealth. Qui, alcune sue dichiarazioni sono parse contraddittorie rispetto a quanto detto ieri a Singh.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO