Pakistan: Musharraf a processo per alto tradimento, rischia la pena di morte

Lo ha annunciato il ministro dell'Interno: l'ex presidente è accusato di aver instaurato lo stato di emergenza nel 2007.

Rischia la pena di morte

Pervez Musharraf, ex presidente del Pakistan, sarà processato per alto tradimento. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Chaudry Nisar Ali Khan. Musharraf rischia l'ergastolo o, nel caso più grave, la pena di morte. L'accusa di alto tradimento è stata formulata dopo il parere della Corte suprema e di una commissione d'inchiesta.

Musharraf è stato ritenuto colpevole di aver imposto nel Paese lo stato d'emergenza nel 2007. Khan ha aggiunto: "E' una decisione che abbiamo preso nell'interesse nazionale, come previsto dall'articolo 6 della Costituzione". E' la prima volta che un ex capo di stato pachistano viene giudicato per tradimento. A questo punto, il governo dovrà provvedere a nominare un procuratore speciale e un tribunale composto da tre membri.

Musharraf, che ha 70 anni, nel marzo scorso era tornato in patria dopo quattro anni di auto-esilio tra Dubai e Londra. Il 19 aprile è stato arrestato e in seguito gli sono stati concessi i domiciliari nella sua villa super fortificata alle porte di Islamabad. Oltre all'accusa di alto tradimento, su di lui pende anche quella del massacro durante l'assedio alla moschea rossa di Islamabad, nel luglio 2007.

Si parla di un suo ruolo fondamentale pure nell'assassinio dell'ex premier Benazir Bhutto, avvenuto nel dicembre del 2007. Pochi giorni fa, l'ex presidente pachistano aveva chiesto un permesso speciale per potersi recare all'estero. Più esattamente a Dubai, a visitare la madre gravemente malata. Nell'istanza presentata all'Alta Corte della provincia di Sindh, i legali specificavano che "il richiedente ha ottenuto la libertà dietro cauzione nei tre processi aperti a suo carico, per cui dovrebbe poter ottenere l'autorizzazione a lasciare il Pakistan".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO