Hollande in Israele commemora la Shoah e ribadisce il no al nucleare iraniano

Cap sul simbolico viaggio del presidente Francese Hollande in Israele.

Hollande in Israele Photo by Lior Mizrahi - Pool/Getty Images

L'attuale visita di stato che ha portato il presidente Hollande in Israele ha il sapore della "terra promessa". Un avvicinamento preannunciato dalla solida ed opposta posizione della Francia in materia di armamenti nucleari iraniani. Tre giorni per discutere della questione della proliferazione nucleare e per rilanciare le relazioni economiche tra i due paesi, in un viaggio all'insegna della sbandierata vicinanza di opinioni, confermata anche dalla dichiarazione rilasciata da Hollande al suo trionfale arrivo all'aeroporto Ben Gourion di Tel-Aviv nel primo pomeriggio di ieri, domenica 17 novembre 2013:

Sul dossier iraniano la Francia considera la proliferazione nucleare come un pericolo, e soprattutto in Iran una minaccia per Israele, per la regione ed evidentemente anche per il mondo intero.

Commemorazioni ed alberi


Hollande in IsraelePhoto by Abir Sultan - Pool / Getty Images

Una sequela di atti simbolici puntellata dal raccoglimento sulle tombe di Theodor Herzl, fondatore del movimento sionista, e dell'ex-primo ministro assassinato Yitzhak Rabin che ha avuto il suo culmine al memoriale della Shoah Yad Vashem e nell'immagine di entrambi i presidenti: Shimon Peres e Hollande, intenti a piantare un cedro durante la cerimonia di benvenuto.

Tappa a Ramallah




Una visita proseguita a Ramallah, dove Hollande è stato accolto dal presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas, per una mezza giornata nei Territori palestinesi destinata ad incoraggiare il compromesso nel solco de "l'impegno personale" del segretario di stato USA John Kerry.

Ragioni di imbarazzo e grandi assenze


Non è passata inosservata l'assenza del Ministro degli Esteri Laurent Fabius, richiamato d'urgenza per riportare in patria Francis Collomp, l'ingegnere sessantatreenne ostaggio i Nigeria da quasi un anno, che si è liberato da solo scombussolando i piani dell'Eliseo.


Via | liberation.fr/monde

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO