Satira: non spariamo “castate”

Il Cavaliere “Spazzino” ha ripulito Napoli e poi ha parlato del futuro del capoluogo: “A Singapore venivano fustigati con 7 frustate sulla schiena coloro che sporcavano. Mi spiace non poter adottare una sanzione di questo tipo”. Sadonano

Paolo “Kinder” Ferrero ribalta i pronostici e vince il congresso del Prc. Rifondazione riparte così dal rifiuto del dialogo con il Pd e dalla radicalizzazione di una posizione antagonista e identitaria. A Chianciano è il tempo delle divisioni e degli insulti: cinque mozioni, almeno due mesi di recriminazioni e colpi bassi, riunioni notturne, trappole incrociate e mediazioni fallite. La mozione 1 dell’ex ministro aggrega all’ultimo momento la 3 e la 4. Dunque, il secondo documento (Vendola, Bertinotti, Giordano e Migliore) resta in minoranza pur partendo favorito. Alla fine Graziella Mascia vibra contro i vincitori: “Vi prendete un simbolo ma buttate un partito”. Giovanni Russo Pena

Si crea un piccolo giallo sulla norma relativa al mancato reintegro dei precari che hanno subito l’ingiustizia di un contratto irregolare. Il governo scarica il barile sul Parlamento e dice: “Non è un provvedimento che fa capo a Palazzo Chigi”. Intanto sindacati e opposizione vanno su tutte le furie. Insomma, i contratti sono a tempo determinato, le fregature e le bugie invece non hanno fine. Ball Center

Italiani popolo di insicuri, ansiosi e fifoni. Un’indagine dice che i nostri connazionali hanno terrore della delinquenza comune, vedono incerto il futuro, hanno paura di diventare poveri e sono preoccupati delle conseguenze di molte attività mondiali sul proprio quotidiano. I rischi che più li atterriscono sono però quello di rivedere Pecoraro Scanio al ministero dell’Ambiente e quello di guardare in tv un Festival di Sanremo con la doppia conduzione di due toscanacci birbanti: Carlo Conti e Paolo Bonaiuti. La cosa che giudicano in assoluto più precaria, invece, sarebbe Brunetta sui tacchi a spillo. (Bru)Netty woman

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO