Caso Cancellieri, il Ministro ottiene la fiducia. Ligresti: "la aiutai in passato", lei smentisce

Il Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri ha ottenuto la fiducia della Camera. A votare contro la mozione presentata dal MoVimento 5 Stelle sono stati 405 deputati.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:29:"Il Pd non voterà la sfiducia";i:3;s:43:"La mozione di sfiducia presentata da Civati";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:4809:"

15.40: pochi minuti dopo la decisione della Camera di respingere la mozione sono arrivate nuove indiscrezioni sull’interrogatorio di Salvatore Ligresti, sentito dal pm di Milano Luigi Orsi nell’ambito dell’inchiesta su Fonsai. L’imprenditore, fratello di Antonino, caro amico di Anna Maria Cancellieri, ha rivelato di essersi interessato in prima persona della carriera dell’attuale ministro:

Mi feci latore, presso Silvio Berlusconi, del desiderio dell'allora prefetto, che era in scadenza a Parma e preferiva rimanere in quella sede anziché cambiare destinazione. La segnalazione ebbe successo.

Il ministro Cancellieri, alla luce delle presunte indiscrezioni in arrivo dai verbali dell’interrogatorio di Salvatore Ligresti, ha immediatamente replicato e smentito tutto:

Qui c’è un accanimento che non ha limite, c’è un disegno che non comprendo. La ricostruzione è falsa e destituita da ogni fondamento.

Anna Maria Cancellieri, i cui uffici diffonderanno quanto prima una nota per ricostruire le tappe della sua carriera, non è mai stata prefetto a Parma, ma commissario prefettizio nella città emiliana da marzo a fine maggio 1994 e una seconda volta, per pochi giorni, nell’ottobre 2011, quando Mario Monti la volle al governo come ministro dell’Interno.

Come fa a dire di avermi raccomandato? Per quale motivo avrei dovuto o voluto rimanere a Parma?

15.10: i deputati hanno votato, la mozione di sfiducia presentata dal MoVimento 5 Stelle è stata respinta. Dei 562 presenti, 405 deputati hanno votato contro la mozione, 154 a favore, mentre in tre hanno preferito astenersi: Amma Maria Cancellieri ha ottenuto la fiducia della Camera.

A votare a favore della mozione, senza colpi di scena, sono stati MoVimento 5 Stelle, Lega, Sel e Fdi, come già anticipato in mattinata. Contro, invece, Pd, Fi, Ncd, Scelta civica e Cd. I deputati che oggi non si sono presentati in aula erano 67.

il Ministro alla Camera prima della votazione: “Nessun favoritismo”

Nel giorno in cui alla Camera si discute della mozione di sfiducia presentata dal MoVimento 5 Stelle nei confronti del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, la diretta interessata è intervenuta in Aula subito dopo l’illustrazione della mozione e ha fornito ancora una volta la sua visione dei fatti:

Nel trasferimento di Giulia Ligresti ai domiciliari non c'è stata nessun inconsueto zelo né un'anomala tempestività, ma un'ordinaria attività di prevenzione che si è sviluppata in maniera autonoma. La mia comunicazione al Dap su Giulia Ligresti è analoga a quelle che io e altri dell'ufficio facciamo quasi quotidianamente sui detenuti, oltre cento negli ultimi mesi. Respingo con assoluta fermezza il sospetto che esista una "giustizia di classe" che distingue fra "cittadini di serie A e B", fra "ricchi e poveri”.

Il ministro ha proseguito spiegando che non è stato fatto nulla di straordinario e che, davanti al pm di Torino, non ha omesso alcun particolare:

I miei doveri di ministro e la mia coscienza non mi avrebbero consentito di comportarmi in questo caso diversamente da come mi sono comportata. Si è sostenuto che io abbia omesso di riferire circostanze rilevanti al pm di Torino e che avrei taciuto di una terza telefonata. Non vi è stata da parte mia nessuna omissione davanti al pm. Non ho mentito né al Parlamento né ai magistrati. E neppure sulla mia amicizia con Antonino Ligresti, che nel processo relativo alla Fonsai non è stato mai indagato e che non ha alcun rapporto di affari con il fratello Salvatore Ligresti.

Anna Maria Cancellieri, nel concludere il suo intervento prima della votazione, ha dichiarato:

Non nascondo di aver avuto difficoltà a comprendere confini e contenute delle contestazioni che mi vengono mosse, tutto quello che mi viene contestato è smentito dai fatti e dalla magistratura alla quale ho sempre ribadito piena fiducia.

Il voto è previsto per le 13.30. Se il PDL ha già annunciato che non voterà a favore della sfiducia, lo stesso non si può dire di Sel, Lega Nord e Fratelli d’Italia, tutti in linea col MoVimento 5 Stelle.

";i:2;s:1270:"

Il Pd non voterà la sfiducia

22:05 - Alla fine dell'assemblea dei parlamentari del Pd il promotore della mozione di sfiducia contro il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri prende atto della decisione della maggioranza del suo partito di non votarla e dunque non la presenterà né voterà per quella del Movimento Cinque Stelle.
Pippo Civati ha detto:

"Non mi ritrovo nelle riflessioni che si fanno qui ma ne prendo atto con la responsabilità che ci viene chiesto. La mozione del M5S non si può ovviamente votare e prendo atto dell'opinione della maggioranza"

21:35 - Il Premier Enrico Letta, dopo essere stato a Olbia per l'emergenza maltempo, si è presentato alla riunione del Pd per discutere della mozione di sfiducia al ministro Cancellieri e ha cercato di scongiurarla dicendo:

"Mi appello al senso di responsabilità collettivo. La nostra unità è l'unico punto di tenuta del sistema politico italiano. So che ci sono differenze, ma un voto di sfiducia è una sfiducia al governo"

";i:3;s:3199:"

La mozione di sfiducia presentata da Civati

Sul suo blog Pippo Civati ha riportato interamente il testo della mozione di sfiducia che intende presentare contro il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri con i nomi di tutti gli altri 14 firmatari.

La mozione stasera sarà illustrata alla riunione di gruppo del Pd perché ciò che il candidato alla segreteria intende ottenere prima di tutto è il raggiungimento di una posizione chiara e unitaria da parte del suo partito.
Civati scrive infatti di voler

“fare partire una discussione politica che non si svolga solo negli studi televisivi e che si chiuda con un voto e con una presa di posizione netta, come lo sono state (o lo sono sembrate) le dichiarazioni sui media di tutti e quattro i candidati (fino a ieri sera) e di molti esponenti del Pd di tutte le sensibilità”

Il testo della mozione che vuole presentare a nome di tutto il suo partito è sottoscritto da


    i senatori
    Felice Casson
    Laura Puppato
    Sergio Lo Giudice
    Corradino Mineo
    Walter Tocci
    Lucrezia Ricchiuti
    Donatella Albano

    i deputati
    Giuseppe Civati
    Luca Pastorino
    Giuseppe Guerini
    Paolo Gandolfi
    Davide Mattiello
    Veronica Tentori
    Maria Grazia Rocchi
    Sandra Zampa

Nella continuazione del post in cui riporta il testo della mozione (intitolato Semplice, no?), Civati sottolinea anche che la deputata “renziana” Maria Elena Boschi, intervenendo a una trasmissione di La 7, ha dichiarato che se Cancellieri non si dimetterà, questa sera il gruppo voterà sì alla mozione di sfiducia contro di lei.

Nel testo della mozione viene ricostruita la vicenda in cui è stata coinvolta la guardasigilli, che, “legga da una dichiarata lunghissima amicizia alla famiglia Ligresti”, ha criticato l’operato della magistratura e ha in seguito rilasciato davanti ai magistrati inquirenti dichiarazioni incomplete sui suoi contatti telefonici con i membri della famiglia Ligresti durante il periodo delle indagini “con un comportamento palesemente reticente, tanto da far ipotizzare pubblicamente a suo carico violazioni dell’articolo 371 bis del codice penale”.

Secondo i firmatari della mozione il comportamento di Anna Maria Cancelieri fa “venir meno i presupposti di trasparenza, lealtà, dignità e correttezza che dovrebbero indirizzare e contraddistinguere i comportamenti di ogni Ministro della Repubblica” e per questo viene espressa la sfiducia nei suoi confronti.

A Repubblica.it Civati ha tenuto a precisare che non vuole mettersi in mostra per “motivi congressuali” in quanto candidato alla segreteria del partito, ma vuole coerenza dai suoi compagni e pretende che si smetta di tergiversare su questa questione.";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO