Datagate, Enrico Letta alla Camera: “nessuna violazione della privacy in Italia”

Enrico Letta parla alla Camera dello scandalo Datagate e assicura i deputati presenti: "I nostri servizi non esercitano intercettazioni in modo difforme da quanto previsto da nostro ordinamento".

Dopo l’incontro coi vertici del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica dei giorni scorsi, stamattina come da programma il premier Enrico Letta è intervenuto alla Camera con un’informativa urgente proprio sul Datagate e non ha fatto altro che ribadire quanto già affermato al Copasir.

A oggi non risultano compromissioni della sicurezza delle comunicazioni dei vertici del Governo, né delle nostre ambasciate, né risulta violata la privacy dei cittadini italiani.

Nello spiegare che, secondo quanto riferito dal sottosegretario di Stato USA John Kerry, il presidente Obama ha intenzione di “non mettere in opera azioni di sorveglianza delle istituzioni e dei cittadini alleati”, Enrico Letta ha precisato che gli 007 italiani non hanno mai preso parte ad alcuna operazione di sorveglianza illegale:

I nostri servizi non esercitano intercettazioni in modo difforme da quanto previsto da nostro ordinamento e non hanno mai partecipato, nè hanno mai ricevuto richiesta di partecipare ai programmi Prism e Tempora. Hanno invece ricevuto una proposta di collaborazione finalizzata alla condivisione di dati non riguardanti cittadini italiani e la proposta è stata declinata in quanto ritenuta incompatibile con il quadro giuridico nazionale.

Davanti ai pochi deputati presenti in aula, una sessantina di persone tra le quali il ministro della Difesa Mario Mauro, Letta ha anche approfittato dell’occasione per parlare brevemente dei rapporti tra Italia e Stati Uniti:

è necessaria la massima chiarezza con gli Stati Uniti. La fiducia reciproca è indispensabile per contrastare efficacemente le minacce del terrorismo e del cyber-terrorismo.

Intanto a metà mattinata è atteso il voto dei deputati sulla mozione di sfiducia presentata dal MoVimento 5 Stelle nei confronti del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO