Decadenza, Berlusconi: "Non mi dimetto prima del voto e da lunedì farò opposizione a Letta"

In un'intervista al Mattino il Cavaliere rivela: "Contro Renzi un colpo segreto"

A pochi giorni dal decisivo voto per la sua decadenza da senatore, fissato per i 27 novembre nonostante i tentativi di Forza Italia e Nuovo Centrodestra di farlo posticipare, Silvio Berlusconi ha rilasciato un'intervista in esclusiva a Il Mattino di Napoli in cui ne ha un po' per tutti, nemici politici vecchi e nuovi, alleati e, come al solito per i magistrati.

Prima di tutto il Cavaliere ha chiarito che non ha alcuna intenzione di dimettersi prima del voto per la decadenza, non ci pensa proprio perché vuole che i suoi colleghi "si assumano la responsabilità di una cosa di cui si dovranno vergognare per sempre".

Non rinuncia a ribadire per l'ennesima volta che se il Pd voterà per farlo decadere staccherà la spina al governo, ma fa capire che già da lunedì è pronto a fare opposizione all'esecutivo Letta con la sua Forza Italia, mentre per quanto riguarda gli "alfaniani" dice che "se capiscono di aver sbagliato" loro sono pronti a riaccoglierli.

Per quanto riguarda nello specifico il processo Mediaset nell'ambito del quale è stato condannato per frode fiscale, Berlusconi, oltre alle solite affermazioni su una "sentenza politica" emessa da un "collegio politico" che vuole farlo fuori per favorire la presa del potere da parte della sinistra, dice anche che stanno per arrivare dagli Stati Uniti delle testimonianze decisive, delle prove che dimostrano che

"il fisco americano ha acclarato la configurazione veritiera delle compagnie off-shore che, secondo i giudici della sezione feriale della Cassazione, mi vedrebbero socio occulto del finanziere Agrama. E che invece appartengono a lui o ad altre personalità"

Le conclusioni investigative che dimostrerebbero che lui non c'entrava niente con quella questione saranno, dice il Cavaliere, oggetto del processo di revisione.

Nel corso della lunga intervista, Berlusconi ha anche modo di parlare di quello che sarà molto probabilmente il suo nuovo nemico, ossia Matteo Renzi che si appresta a vincere le primarie Pd dell'8 dicembre. Contro di lui, svela il leader di Forza Italia, ha in serbo un "colpo segreto".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO