Thomas Hammarberg:"La politica italiana sull'immigrazione? Razzista e xenofoba"

da https://www.flickr.com/photos/rododentro/2671045316/, album di rodo.dentro


    "Le misure attuate in Italia non tengono conto dei diritti umani e dei principi umanitari e potrebbero fomentare altri episodi xenofobi".

Così Thomas Hammarberg, commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, nel suo rapporto sulla visita compiuta in Italia il 19 e 20 giugno scorsi per discutere della nuova politica italiana in materia di immigrazione e della situazione dei nomadi.

Non potrebbe essere altrimenti. In un paese che fa passi indietro giganteschi quanto ad accoglienza e tolleranza, che non ha memoria, che finge di non sapere che parte della sua economia sopravvive sul lavoro in nero di immigrati e sullo sfruttamento clandestino. (Un esempio: come pensate verranno costruite le infrastrutture per l 'Expo a Milano? Da Salvini e i suoi amici razzisti?).

Le violenze di ieri a Napoli (qui, da Repubblica) sono l'ennesima dimostrazione di un'Italia ignorante e xenofoba. Il rapporto del commissario si conclude con una frecciata a politici e media, principali protagonisti nell'alimentare questo clima.

Come è possibile continuare a pensare che il problema dell'Italia sia l'immigrazione? L'ennesima arma di distrazione di massa, per non pensare ai salari da fame, alla precarietà, all'esercito nelle strade manco fossimo a Baghdad, ad una classe politica che continua a scavare oltre il fondo.

Vignetta | Rododentro, Flickr

  • shares
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO