Primarie Pd, affondo di Renzi: "Se il governo non fa quello che diciamo, finish!"

Da Prato Renzi dice che il governo si deve dare una mossa sulla legge elettorale.

Matteo Renzi oggi è stato ospite di un evento organizzato dalla Camera di Commercio di Prato e ha fatto il punto sulla situazione del rapporto tra Pd e governo a meno di due settimane dalle primarie per il segretario del partito, ruolo per il quale è in competizione con Gianni Cuperlo e Pippo Civati.

Il sindaco di Firenze pone subito al centro del suo programma elettorale la questione delle riforme istituzionali e parla della legge elettorale dicendo ai presenti:

"Non vi chiedo di votare per me. Se però votate per me il Pd dirà con forza al governo che sulle riforme elettorali e istituzionali si smetta di prendere in giro i cittadini e in un tempo limitato si portino a casa i risultati. Se non si fa quello che chiediamo noi, finish"

Renzi ha fatto notare che il Pd ha la maggioranza assoluta nella maggioranza delle larghe intese e dunque deve imporsi. Finora si è sentito parecchio frustrato perché ha "fatto il bravo" come gli è stato chiesto sulle questioni Cancellieri, Alfano, Imu, ma adesso dice basta e chiede di procedere prontamente alla votazione di una nuova legge elettorale grazie alla quale chi vince le elezioni ha subito i numeri per governare per cinque anni e secondo lui la soluzione esiste già in Italia ed è la legge più semplice che c'è, ossia quella per l'elezione dei sindaci.
Il rottamatore ha detto al suo pubblico di Prato:

"Il Pd dice con forza al governo che sulle riforme elettorali e istituzionali si smette di prendere in giro i cittadini e in tempo limitato si portano i risultati a casa"

Sono subito arrivate le reazioni dei suoi avversari alle primarie. Gianni Cuperlo ha detto:

"Vedo che Renzi dopo il confronto di ieri ha deciso di alzare i toni. Ma continua a non rispondere alle questioni che io ho posto"

Il candidato "bersaniano" si chiede se quello che propone il sindaco di Firenze sia un vero cambiamento e dice di non aver ancora capito quale strada Renzi voglia percorrere per arrivare presto a una nuova legge elettorale. Inoltre, Cuperlo vuole confrontarsi su temi veri e di fondo e questo probabilmente avverrà nello scontro televisivo di venerdì prossimo, 29 novembre.

Pippo Civati oggi è stato a Bari e parlando con i giornalisti ha detto che la sua rimonta si chiama "recuperlo", cioè la prima settimana recupera dallo svantaggio che ha su Cuperlo, poi punta a Renzi nella seconda.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO