Germania, accordo sulle larghe intese

A due mesi dalle elezioni, la Cdu/Csu di Angela Merkel e la Spd di Sigmar Gabriel trovano l’accordo grazie alle concessioni della Cancelliera su salario minimo e pensioni

Mentre in Italia il Governo delle larghe intese sembra essere in bilico, in Germania si è finalmente trovato l’accordo dopo due mesi di trattative fra la Cdu/Csu di Angela Merkel e la Spd di Sigmar Gabriel. La negoziazione è durata per tutta la notte.

Nonostante la schiacciante vittoria nella tornata elettorale dello scorso settembre, Angela Merkel non era riuscita a ottenere la maggioranza assoluta che è giunta questa notte, ma che dovrà essere ratificata dai 470mila militanti della Spd. Qualora, il prossimo 17 dicembre, si accendesse il semaforo verde, la cancelliera verrebbe eletta per la terza volta alla guida dell’esecutivo dal Bundestag.

I dettagli dell’accordo verranno resi noti in mattinata, mentre per la lista dei ministri bisognerà attendere circa due settimane. Nella ratifica da parte della “base” dei socialdemocratici avranno un peso determinante alcune concessioni come quella che fissa il salario minimo a 8,50 euro l’ora a partire dal 2015. Si tratta di un successo per l’Spd che aveva fatto dell’introduzione di questa soglia minima oraria uno dei punti chiave del suo programma elettorale. Praticamente la versione teutonica della trattativa sull’Imu nelle larghe intese Pd-Pdl. Secondo una recente ricerca il 17% dei lavoratori dipendenti (circa 5,6 milioni di persone) guadagna attualmente meno di 8,50 euro l’ora.

Ma l’Spd è riuscita a strappare altre importanti modifiche in campo previdenziale, con un miglioramento del trattamento per i lavoratori a più basso reddito e la possibilità di andare in pensione a 63 anni per chi abbia già maturato 45 anni di contributi (rispetto ai precedenti 67). La Grosse Koalitionen, scelta obbligata dopo il mancato superamento della soglia di sbarramento da parte dei liberaldemocratici, riproporrà le larghe intese già collaudate nel primo Governo della cancelliera (2005-2009).

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO