Spagna: è fuori dalla recessione

Si allontana lo spettro della deflazione, Madrid pronta a rispettare gli impegni presi con gli altri partner europei per il risanamento.

Ma la recessione è finita

La Spagna annuncia l'uscita dalla recessione, uno spettro che si agitava sul Paese iberico da tempo, con il rischio di deflazione. Sono i dati sul Pil del terzo trimestre a mettere nero su bianco la fine della crisi a Madrid e dintorni: le stime provvisorie di novembre segnalano un aumento dei prezzi al consumo, dopo lo stop di ottobre. L'economica spagnola è crescita dello 0,1 per cento nel terzo trimestre.

I dati dell'Istituto di statistica confermano che la recessione, da oltre due anni e fino al marzo scorso, si sta allontanando. Dopo aver distrutto imprese, fatto perdere posti di lavoro e fatto aumentare il debito pubblico. Si può festeggiare, dunque? Rispetto allo stesso periodo del 2012, il terzo trimestre ha fatto registrare ancora una contrazione del Pil, dell'1,1 per cento, ma leggermente inferiore alle stime che indicavano un -1,2 per cento.

La quarta economia della zona euro ha beneficiato della domanda estera, ma non solo. Tra luglio e settembre, infatti, "la domanda interna si è dimostrata più forte rispetto ai trimestri precedenti". Anche la Banca centrale iberica - nel suo bollettino di novembre - aveva sottolineato un prolungamento all'inizio del quarto trimestre della tendenza al miglioramento dell'attività economica. "Gli indicatori relativi al consumo delle famiglie e al commercio al dettaglio si sono mantenuti su un livello appena superiore a quelli della media del terzo trimestre".

Due giorni fa, addirittura, il ministro del Bilancio Cristobal Montoro, aveva annunciato che "nel 2014 il Pil spagnolo potrebbe crescere oltre lo 0,7 per cento indicato dalle previsioni internazionali. La Spagna è sulla strada giusta per raggiungere l'obiettivo di disavanzo fissato al 6,5 per cento del Pil nel 2013". Se Madrid ride e stappa sangria, Barcellona piange. Dopo un periodo di boom economico, il capoluogo della Catalogna vede le proprie aziende chiudere e spostarsi proprio verso la capitale. Il tasso di disoccupazione è a livelli preoccupanti, l'economia locale non gira. Qui, la recessione è ancora un passo avanti alla ripresa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO