Virus - Il contagio delle idee, la puntata del 29 novembre 2013

La puntata del 29 novembre 2013 del programma condotto da Nicola Porro su Polisblog.

23:31 dopo un video di Lambrenedetto, Nicola Porro saluta il pubblico e dà appuntamento alla prossima puntata.

23:09 le dichiarazioni più importanti di Cristiana Capotondi: "Nel film di Pif, sono una ragazza siciliana non consapevole della presenza della mafia. La Mafia depotenzia la Sicilia e il paese Italia e serve un cambiamento di mentalità. Non credo alla Fornero che dice che i giovani sono "choosy". Ma è vero che i ragazzi italiani sono più viziati dei ragazzi stranieri. Sto apprezzando il profilo di Enrico Letta, riesco a comprenderlo, mi trasmette il senso di una persona che sta lavorando. Ho sempre rispettato le istituzioni. Nel cinema italiano, non conta la politica".

23:07 è arrivato il momento dell'intervista finale: la protagonista sarà l'attrice Cristiana Capotondi, protagonista del film La mafia uccide solo d'estate di Pif.

22:59 Vittorio Sgarbi e la sua critica d'arte a La Madonna di Foligno di Raffaello.

22:53 Tosi ribadisce gli sprechi nella pubblica amministrazione in Sicilia: "Quello è spreco vero. Lì si deve incidere".

22:51 Ferrarini: "Da quanto tempo è che si parla dell'abolizione delle provincie. Per non parlare delle semplificazione dei controlli... Non hanno fatto niente".

22:49 D'Alì: "Siamo rimasti nel governo per attuare le riforme costituzionali. La pubblica amministrazione italiana non può costare il doppio che in Germania". Gomez: "In attesa di queste riforme, si potrebbero dimezzare gli stipendi. Sarebbe un gesto simbolico".

22:43 Boccia: "Le pensioni sono importanti. Due pensionati hanno due pensioni fortemente diverse perché lo stato ha fatto delle scelte". Sulla legge di stabilità: "La deducibilità Ires sui capannoni è un passo avanti. Porteremo 32 miliardi della spending review alla riduzione del cuneo fiscale".

22:37 si parla di spese previdenziali. Questi sono i provvedimenti sulle pensioni d'oro. Subito dopo, parte un servizio a riguardo con le opinioni dei cittadini.

22:29 Ferrarini: "La crisi attanaglia tutti i settori. In questo modo, io non m'identifico più nel mio paese. Cosa è migliorato negli ultimi 20 anni? E' sempre tutto peggiorato. Se non è colpa della politica, qualcuno ce l'ha una colpa. Noi ci siamo mossi sempre da soli".

22:27 l'imprenditore Alberto Rocchi racconta la sua storia: Rocchi ha smontato il suo capannone industriale modulare per non pagare l'Imu. Rocchi ha accumulato un debito di 400mila euro con Equitalia.

22:23 D'Alì: "C'è un fondo di 500 milioni per chi vive in uno stato di disagio sociale. Chi è in questo stato di disagio non pagherà la Tasi".

22:22 Tosi: "Non abbiamo soldi perché lo Stato ci restituisce 22 milioni di euro. Il prossimo anno, i milioni saranno ridotti a 19. Lo Stato non dia niente a nessun comune, quindi. Ci sono comuni, al nord e al sud, che prendono di più. Serve equità. C'è chi tira la cinghia e c'è chi spreca".

22:18 parte un servizio dedicato agli affittuari e a quello che può succedere loro con questa legge.

22:14 D'Alì: "La legge di stabilità non può risolvere tutti i problemi del paese. Abbiamo messo a disposizione svariati milioni per le aziende e per le case". Gomez: "Gli imprenditori si chiedono chi è stata la causa del problema".

22:11 Ferrarini: "All'estero, le tasse si pagano con chiarezza e se ne pagano molte meno. Siamo scoraggiati e demotivati. L'estero lo guardiamo con più voglia".

22:08 Boccia a Tosi: "Perché alcuni sindaci hanno approvato i bilanci di previsione 2013 prima del 31/12 e altri no?". In studio, c'è anche l'imprenditrice Lisa Ferrarini. Le sue prime dichiarazioni: "Fare l'imprenditore in questo caos è impossibile. E' stato inatteso tutto quello che è stato promesso".

22:06 Gomez: "L'accusa di D'Alì è grave, ha accusato i sindaci di essere dei truffatori, di aver alzato l'aliquota per fare cassa". Boccia: "La ricostruzione di Tosi è comprensibile ma io sono convinto che i bilanci devono essere approvati entro il 31/12 perché ci sono leggi in vigore".

22:04 Porro insiste, dicendo che la seconda parte dell'Imu si pagherà, D'Alì, però, non è d'accordo: "L'errore del governo è stato solo uno: non dire che avrebbe rimborsato soltanto l'aliquota base".

22:00 si parla della seconda rata dell'Imu. Boccia: "La seconda rata dell'Imu non si pagherà. Ci sono i comuni che hanno fatto i furbetti". In studio c'è anche il sindaco di Verona, Flavio Tosi. Tosi risponde a Boccia: "Con questi governi, non si possono chiudere i bilanci preventivi, considerando che non si sa quanti soldi ti arriveranno". Tosi conferma che a Verona si pagherà una piccola quota di Imu.

21:54 in collegamento, c'è Francesco Boccia.

21:53 in studio, c'è Peter Gomez: "I nomi non c'entrano niente, il governo ha bisogno di soldi. Sostanzialmente, si pagherà quello che si pagava prima". Subito dopo, riascoltiamo le dichiarazioni di Enrico Letta sull'Imu.

21:51 in studio c'è Antonio D'Alì, senatore NCD, relatore per il Senato della Legge di Stabilità: "Non sono un ammiratore delle sigle, sono per la sostanza, ci sarà un'imposta unica che arriverà con un unico bollettino".

21:47 Fitto risponde a Renzi: "Il governo è il PD. Gli altri sono partitini. Oggi, però, siamo in presenza di gruppi elettorali. Il Nuovo Centrodestra sta sostenendo un governo di sinistra". Terminata l'intervista a Fitto, parte un servizio dedicato ai nomi delle tasse sulle case.

21:44 Fitto: "E' cambiato il quadro di governo, non ci sono più le larghe intese, il governo deve chiedere un nuovo voto di fiducia".

21:42 Fitto: "Il PD ha avuto un ruolo nella decadenza di Berlusconi". Dopo aver ascoltato l'opinione di Cacciari, Fitto aggiunge: "Non è un paese normale, un paese che consente oltre 50 processi ad un leader politico dal momento in cui scende in campo".

21:40 Porro mostra le foto di Casini, Fini e Alfano. Fitto: "Casini non ha approvato il progetto politico, Fini ha approvato il progetto politico ma lo ha contestato poco dopo, Alfano è un'altra storia, i primi due almeno avevano già avuto un loro percorso politico".

21:37 Fitto su Alfano: "Non sono un radicale ed estremista. Alfano ha collaborato per mesi con radicali ed estremisti. Se ne è accorto solo ora che eravamo radicali ed estremisti?".

21:35 il secondo sondaggio si concentra sul ruolo di Berlusconi in politica nei prossimi mesi.

21:33 il primo sondaggio di Alessandra Ghisleri.

21:32 Fitto: "Questo governo dovrà prendere una nuova fiducia". Sulla legge di stabilità: "Con questa legge, l'Imu è rimasta con un altro nome. Le sentinelle anti-casta sono diventate le sentinelle delle loro poltrone. Forza Italia è all'opposizione di questo governo in modo chiaro".

21:28 Fitto: "Noi faremo proposte alternative all'opposizione, non ci sarà bisogno di incatenarci". Sulle elezioni europee: "Sarà difficile allearci con il Nuovo Centrodestra".

21:24 Fitto: "Alfano e gli altri hanno disatteso completamente le promesse degli elettori". Subito dopo, parte un servizio dedicato al Movimento Cinque Stelle e ai gesti dimostrativi compiuti finora in Parlamento.

21:22 Porro sottopone cinque domande all'attenzione di Fitto. Le dichiarazioni di quest'ultimo: "La decadenza di Berlusconi è stata assurda sotto tutti i punti di vista".

21:21 Fitto: "Il consenso nel paese spinge Berlusconi a continuare nel suo impegno".

21:19 in quest'altro servizio, vediamo berlusconisti e anti-berlusconisti discutere. "Berlusconi è finito" "No, Berlusconi è un eroe della patria!".

21:17 secondo Porro, nelle piazze non è successo nulla nel giorno della decadenza di Berlusconi. Le prime dichiarazioni di Fitto: "L'esclusione di Berlusconi dal Senato è un risultato del palazzo che non trova, però, una conferma nel paese". Sulla legge di stabilità, Fitto aggiunge: "Il governo non sta dando le risposte che doveva".

21:14 nel primo servizio di stasera, vediamo quello che è successo nelle piazze il giorno della decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. Nel servizio, si tende a deridere Il Popolo Viola.

21:11 inizio trasmissione. La puntata di stasera inizia con Nicola Porro che presenta Raffaele Fitto.

Virus - Il contagio delle idee, 29 novembre 2013: Anticipazioni e Live su Polisblog

Questa sera, 29 novembre 2013, a partire dalle ore 21:10 su Rai 2, andrà in onda una nuova puntata di Virus - Il contagio delle idee, la trasmissione di approfondimento politico condotto dal giornalista Nicola Porro.

I principali argomenti che verranno trattati durante la puntata di stasera sono tutti legati alla Legge di Stabilità. Porro, insieme a suoi ospiti in studio, proverà a ipotizzare i possibili scenari all'interno del centrodestra, a pochi giorni dalla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, e gli effetti economici immediati nel paese dopo l'approvazione della Legge di Stabilità.

Insieme a Nicola Porro, in studio ci sarà Alessandra Ghisleri che, con i suoi sondaggi, ci mostrerà la divisione dell'elettorato del centrodestra dopo la scissione avvenuta all'interno de Il Popolo della Libertà con la conseguente formazione del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano e il ritorno di Forza Italia di Silvio Berlusconi.

Anche questa settimana, come ormai di consueto, sarà presente anche il critico d'arte Vittorio Sgarbi che commenterà un'opera d'arte a suo piacimento. L'opera di questa settimana sarà La Madonna di Foligno di Raffaello.

La classica lunga intervista che chiude ogni puntata, infine, questa settimana sarà dedicata all'attrice Cristiana Capotondi. L'attrice romana ha un piccolo trascorso nel mondo della politica: la Capotondi, infatti, si candidò per una lista a sostegno di Francesco Rutelli, candidato di centrosinistra per le elezioni comunali a Roma del 2008, ma dovette rinunciare successivamente alla candidatura a causa della legge sulla Par Condicio che avrebbe rimandato la messa in onda di una sua fiction.

Polisblog seguirà in diretta la puntata di questa sera, riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni e gli avvenimenti degni di nota.

Appuntamento alle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO