Cota: Anonymous hackera il sito "Razzista e usurpatore"

L'operazione "Green Rights" va avanti: dopo Maroni e Scopelliti, è la volta del governatore della Regione Piemonte.

da Anonymous

Il governatore del Piemonte, Roberto Cota, sotto attacco di Anonymous questa mattina. Il sito del politico è stato reso invisibile e inutilizzabile e sostituito da una schermata nera. L'operazione degli attivisti cibernetici si chiama "Green Rights", ossia "Diritti verdi" e nei giorni scorsi aveva colpito anche il governatore leghista Roberto Maroni e quello calabrese Giuseppe Scopelliti. In questi due casi, erano stati rubati e poi diffusi pubblicamente alcuni file riservati.

"Con questa azione, 'operationgreenright' vuole tornare a esprimere il suo sostegno ai movimenti che si battono contro la Tav, contro la corruzione, contro i potenti della economia e della politica dediti allo sfruttamento degli esseri umani ed alla distruzione della Natura", scrivono gli hacker in un comunicato. Cota è diventato il bersaglio dopo gli ultimi giorni dello scandalo "Rimborsopoli".

"In un periodo dove i cittadini non arrivano a fine mese, rimaniamo indignati ed esterrefatti dalla leggerezza con cui Cota spendeva i soldi pubblici per esigenze personali". Anonymous ha voluto poi sottolineare un altro aspetto: "Anonymous si schiera a fianco delle tante persone che scendono in piazza e, coraggiosamente, si battono contro gli avamposti che presidiano ecosistemi meravigliosi e incontaminati al solo fine di preparare la prossima devastazione".

Nel comunicato, infine, si ricorda l'elezione favorita dalle firme false di Michele Giovine: "Il governatore del Piemonte, Roberto Cota, è l'esempio di quei personaggi che si sono insinuati nelle istituzioni italiane, trasformandole in uno spettacolo indecoroso".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO