Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

Istat: è tutto troppo “salato”. Vola l’inflazione: a luglio + 4,1%. Anche pasta (+ 25%!) e pane (+ 13%!) beni di lusso. Berlusconi: “L’inflazione cresce in tutta l’eurozona ed è al picco storico dalla nascita di eurolandia”. Veltroni: “Famiglie sempre più povere nel totale disinteresse del governo”.

Il nostro commento. Secco. Un’inflazione che vola sempre più in alto e raggiunge il massimo dal giugno 1996. A crescere sono soprattutto i beni di prima necessità, pane e pasta, poi l’energia e i carburanti (gasolio + 31,4%). Pesa anche il caro ombrellone. E’ l’Italia della Seconda (o terza?) repubblica: inflazione record in alto e produzione industriale record in basso. L’Italia delle veline, dei furbetti e dei furboni. I ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre di più e sempre più poveri. Con il governo dei facili (e inutili) proclami e l’opposizione che parla a se stessa. Solo ritocchi, mai riforme strutturali. Populismo e demagogia unite. E’ la casta, bellezza! E i sindacati stanno a guardare. Forza Italia!

Carlo Rienzi Codacons
: “E’ una stangata da 1700 euro annui per ogni famiglia. Serve un intervento urgente del governo per bloccare le tariffe energetiche per famiglie e imprese e introducendo il triplo prezzo (origine, ingrosso e dettaglio) per i prodotti alimentari”.

Adiconsum: “Il governo deve intervenire perché il reddito dei lavoratori cresce meno dell’inflazione, per cui continua a ridursi di molto il potere d’acquisto delle famiglie. Bisogna controllare i prezzi e combattere le speculazioni”.

Non pubblichiamo commenti dei politici perché “inutili”.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO