L'impresentabile che scrive il programma

In un recente approfondimento giornalistico, RadioStreet Messina ha intervistato il prof. Leoluca Orlando (nella foto), già sindaco di Palermo, fondatore della Rete, dei Democratici di Romano Prodi e attualmente capolista alla Camera per l'Italia dei Valori nel collegio Sicilia 2.

Dopo aver ribadito la «rivoluzione etica» che l'Italia dei Valori, apparentata col Partito Democratico, vuole lanciare in Sicilia, Orlando si è visto rivolgere una domanda sul prof. Salvo Andò. Lo storico politico socialista, assolto solo grazie alla prescrizione per voto di scambio col clan mafioso Santapaola, è stato il capo del comitato che ha redatto il programma di Anna Finocchiaro per le elezioni regionali siciliane.

«Non mi risulta che Andò sia candidato», ha risposto Orlando. «Mi risulta che abbia fornito solo un contributo di carattere professionale, come studioso di Giurisprudenza, alla stesura del programma. Se fosse stato candidato il nostro atteggiamento sarebbe stato diverso». La domanda sorge spontanea: chi influenza di più l'attività di un movimento politico? Un singolo candidato o chi ne redige il programma?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO