Oggi Berlusconi di nuovo a Napoli. Emergenza rifiuti, al via la fase 2

All'indomani della fine dell'emergenza rifiuti, il premier Berlusconi torna nuovamente a Napoli per ricordare agli amministratori locali che "Napoli è fuori dall'emergenza acuta, ma per uscirne definitivamente bisogna aspettare che entrino in funzione i termovalorizzatori, in primo luogo quello di Acerra". La crisi, insomma, è tutt'altro che finita: sarà necessario, secondo il presidente del Consiglio, non abbassare la guardia per arrivare ad una soluzione definitiva del problema con misure strutturali.

Oggi, così, nella Stazione Marittima del Porto di Napoli, incontrerà i sindaci campani per dare il via a "una riflessione congiunta che valga a rafforzare - spiegano da Palazzo Chigi - il rapporto di collaborazione con riferimento specifico alle attività connesse all'esigenza di un deciso miglioramento del livello di raccolta differenziata anche nella prospettiva di un sollecito ritorno ad un sistema ordinario di gestione del ciclo dei rifiuti". Berlusconi, nel suo intervento ribadirà, secondo molti, che ora comincia una fase meno visibile ma decisiva per superare definitivamente l'emergenza e che la condizione di pulizia raggiunta deve essere mantenuta con la collaborazione dei comuni, responsabili della raccolta quotidiana dei rifiuti, del monitoraggio della qualità della raccolta differenziata e della promozione di mirate campagne di comunicazione.

"La situazione di Napoli - ha detto ieri sera in una lunga intervista concessa al Tg5 - andava risolta con urgenza ed io me ne sono fatto carico dicendo che la zona doveva essere ripulita dai rifiuti entro luglio. Lo abbiamo fatto con due settimane di anticipo. A Napoli è tornato lo Stato dopo che i governi di centrosinistra si erano assentati". Purtroppo, però, Bassolino, è tuttora al suo posto. Per evitare che Napoli cada di nuovo negli incubi del passato, infatti, è doveroso un ricambio della classe dirigente. A partire da chi - come il Governatore - ha contribuito a far sprofondare la Campania in un medioevo senza precedenti macchiando così, l'immagine di un intero Paese.

  • shares
  • Mail
140 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO