Ore 12 - Berlusconi ottimista. Ma gli italiani tirano la cinta

altro
Berlusconi è ottimista e rassicura che “non ci sarà nessun “autunno caldo”. Come a dire, gli italiani stanno bene e non hanno nessun motivo per protestare contro il governo.

Non sappiamo come sarà l’autunno ma agosto è torrido. E non solo meteorologicamente. Il primo week end delle grandi vacanze è partito a profilo basso. La crisi morde. E gli italiani sono costretti a tirare la cinta. Partirà solo una famiglia su due.

Questo week end ha visto muoversi 14 milioni di persone, tre milioni in meno del primo esodo ferragostano 2007. La durata media della vacanza estiva si ridurrà da 17 a 14 giorni.

Addirittura le banche hanno concesso prestiti per le vacanze come mai prima: secondo Deutsche Bank i viaggi pagati a rate sono aumentati almeno del 15% rispetto all’anno scorso.

Poi c’è il resto, che vale sia per chi parte sia per chi resta. Ci riferiamo alla continua erosione del potere d’acquisto che la maggioranza delle famiglie italiane subisce da mesi. Tutto costa di più e gli stipendi sono sempre gli stessi. L’inflazione sguarnisce i carrelli dei supermercati e fa cambiare i consumi alimentari, con la ricerca dei prodotti non di marca, l’abbandono della bistecca a favore del pollo e così via, per risparmiare.

Si spera nella luna buona. Quale luna? La manovra del governo non lascia intravedere spiragli positivi. Si fa ancora appello al senso di responsabilità degli italiani chiamati a fare nuovi sacrifici.

L’opposizione fa il suo mestiere. Ma lo fa male. Pensa ai propri interessi e non a quelli del Paese. Il Pd per primo, non è credibile, avendo governato l’Italia, e non per un giorno.

Siamo alle solite. Cioè al gioco delle parti. Una volta governa l’uno e l’altro attacca. E viceversa. Ma niente cambia. Solo l’Italia. Ma in peggio. Sarà proprio vero che ogni popolo ha il governo che si merita?

  • shares
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO