Gradimento di Berlusconi e Napolitano: sondaggi divergenti

L'ennesima conferma di quanto siano finti i sondaggi arriva nel primo pomeriggio di oggi quando Affaritaliani.it pubblica una rilevazione realizzata da "Crespi Ricerche" in netto contrasto rispetto a quella made in "Ipsos" resa nota stamani dalle colonne del Corriere della Sera. In sintesi: leggero calo della fiducia nel presidente del Consiglio (dal 60% al 58%) e nell'esecutivo (dal 55% al 53%), ma il gradimento di Silvio Berlusconi supera quello del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che è al 57%, il livello più basso da quando è salito al Colle. Per la "Ipsos", invece, la fiducia nel premier è passata dal 57% al 53% mentre quella nel presidente della Repubblica è schizzata all'82%.
Luigi Crespi sostiene che "le polemiche e le dure critiche che hanno coinvolto il Presidente Napolitano hanno lasciato il segno. Soprattutto nell'elettorato della sinistra antagonista, ma ancor di più tra gli elettori di Di Pietro e di Storace". Secondo Nando Pagnoncelli, "Napolitano ha ottenuto piena fiducia per il suo rassicurante ruolo super partes".
Chi dei due dice la verità?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO