Vatileaks: slittano al 13 agosto i risultati dell'istruttoria

Padre Federico Lombardi, portavoce della Sala Stampa vaticana

I risultati dell'istruttoria contro Paolo Gabriele, l'ex-maggiordomo di papa Benedetto XVI, erano attesi per ieri e invece sono slittati al 13 agosto. Padre Federico Lombardi (in foto), portavoce della sala stampa vaticana, ha fatto sapere che la redazione definitiva della sentenza conclusiva “si è prolungata”. Il 13 agosto è l'ultimo giorno disponibile, visto che poi curia vaticana e tribunali annessi vanno in ferie (che quest'anno saranno molto sobrie, anche per loro). Quindi il 13 agosto si saprà se Paolo Gabriele sarà rinviato a giudizio o meno.

Il Vaticano renderà pubblici i risultati della istruttoria contro Paolo Gabriele il prossimo 13 agosto. Dunque in quella data si saprà se l’ex-maggiordomo del Papa verrà rinviato a giudizio.

Secondo Carlo Fusco, l'avvocato che insieme a Cristiana Arru difende Gabriele, ci sarà, comunque, un rinvio a giudizio. Se ciò avverrà, dunque, si avrà un processo che, in tempi brevi, potrebbe arrivare a una sentenza: non dimentichiamo che Paolo Gabriele è reo confesso. Certo, nulla esclude che il papa conceda la grazia e tutto finisca lì. Ma non è così scontato che il pontefice prenda tale misura.

Bisogna aspettare lunedì 13 agosto, comunque, per saperne di più. E concludo con una piccola annotazione di fantapolitica: i risultati erano previsti per l'8 agosto, giorno in cui la chiesa ricorda san Domenico i cui figli si sono tanto distinti nell'Inquisizione. Il 13 agosto, invece, il calendario liturgico riporta la memoria dei santi Ponziano e Ippolito, entrambi martiri, papa il primo, sacerdote il secondo (entrambi condannati dall'imperatore Massimino ai lavori forzati nelle miniere di Sardegna). Messaggio subliminale?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO