Ping Pong: botte (e risposte) della giornata politica

Leggi e commenta la Top News

In Italia più morti sul lavoro (1.170 omicidi bianchi nel 2007) e sulle strade (quasi 6.000!) che per mano degli assassini (omicidi: - 36,4% in 11 anni). E si muore di più che negli altri paesi europei. Lo dice il Censis nel rapporto sulla “sicurezza e allarma sociale”. Da oggi poteri speciali ai sindaci (che dicono i prefetti?). Immigrati: niente più sanatorie.

Il nostro commento. Dato che si parla sempre di “percezione”, la percezione stavolta viene confermata dai dati (orribili): in Italia si muore di più durante le attività “ordinarie” come lavorare o andare per strada, che non a causa della criminalità o di episodi violenti. Come sempre, la politica va all’opposto; investe contro i rom e gli extracomunitari e considera le morti bianche sul lavoro e gli incidenti stradali una fatalità. Gli altri governi europei si comportano esattamente all’opposto. E i dati dimostrano che hanno ragione gli altri e non noi. E’ il solito refrain: in Italia conta più l’immagine della sostanza. Fa più effetto (e porta voti) creare allarme (in tv) sugli sbarchi di Lampedusa che sui morti nei cantieri o i 40 morti sulle strade dell’ultimo week end. Siamo i primi nell’arte dei palliativi. Intanto da oggi poteri speciali ai sindaci “per prevenire ed eliminare i grossi problemi della sicurezza urbana e per difendere l’incolumità pubblica”. Maroni dixit.

Giuseppe Roma direttore generale del Censis: “Se si amplia il concetto di incolumità personale e si considerano i rischi maggiori di perdere la vita, risalta in maniera evidente la sfasatura tra pericoli reali e interventi concreti per fronteggiarli. Il luogo di lavoro e la strada mancano ancora di presidi efficaci per garantire la piena sicurezza dei cittadini”.

Roberto Maroni: “Il Censis dà numeri reali. Ci troviamo di fronte a problemi diversi da affrontare con modalità e strumenti diversi, come ad esempio per gli incidenti sul lavoro e quelli sulle strade. Su cui il governo è fortemente impegnato. Ma la gente sente e vuole risolto il problema della sicurezza urbana. Ecco perché da oggi i sindaci saranno ufficiali di governo e possono intervenire con ordinanze autonome urgenti per contrastare lo spaccio di stupefacenti, la prostituzione, l’accattonaggio e il mercato ambulante e contro chi danneggia il patrimonio pubblico e occupa abusivamente gli immobili”.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO