Il Governo Letta ottiene la fiducia alla Camera e al Senato

Oggi il testo approvato in Commissione Bilancio approda in Aula a Montecitorio, subito dopo il test sulla fiducia della nuova maggioranza di "larghe intese”


22.00: la votazione si è conclusa, anche il Senato ha confermato la fiducia al Governo Letta con 173 favorevoli e 127 contrari, nessun astenuto.

21.49: le operazioni di voto sono in corso, dopo le polemiche scoppiate in aula quando il senatore della Lega Nord Michelino Davico ha precisato di voler votare sì, in contrasto coi suoi, o quando Roberto Calderoli, Vicepresidente del Senato, ha dichiarato che Enrico Letta durerà “quanto un gatto sull’Aurelia” o, ancora, quando Matteo Salvini, nuovo segretario della Lega Nord, ha preso la parola per dire:

Letta si sta scavando la fossa ubbidendo a tutte le richieste fatte da Bruxelles, e poi qualcuno si stupisce dei forconi. Dopo il voto di fiducia di oggi, i forconi dovrebbero entrare in parlamento.

A breve i risultati, la seconda chiama è in corso.

19.20: dopo il riscorso di Enrico Letta e i numerosi interventi dei senatori, il Premier ha preso nuovamente la parola per le repliche del caso. Solo quando avrà finito di ribattere si potrà procedere con le dichiarazioni di voto e, successivamente, con la votazione vera e propria.

16.15: il discorso di Enrico Letta al Senato è cominciato. Potete seguire la diretta streaming qui sotto:

15.53: la seconda chiama si è conclusa e la votazione è stata dichiarata conclusa e il responso è chiaro. La Camera ha approvato la fiducia al Governo Letta con 379 sì, 212 no e 2 astenuti.

Ora, come da programma, Enrico Letta si sposterà nell’aula del Senato per nuova votazione che dovrebbe concludersi entro le 21 di oggi. Il discorso del Premier era previsto intorno alle 16, quindi visti i tempi possiamo immaginare che ci sarà qualche ritardo sulla tabella di marcia.

15.36: si è conclusa pochi minuti fa la prima chiama nominale dei deputati per il voto di rinnovata fiducia al suo governo Letta. La seconda, a partire dalla lettera C, è appena cominciato ed entro le 16 di oggi dovrebbe arrivare la proclamazione del risultato.

12.36: l’udienza fiume prosegue, non senza qualche polemica e momenti di tensione. Riccardo Nuti, deputato del MoVimento 5 Stelle, intervenendo in aula, ha accusato Davide Faraone del Pd di avere rapporti con mafiosi, o quantomeno di esser stato a casa di uno di loro. Faraone, nominato nella segreteria del Pd da Matteo Renzi,

è stato visto andare in casa di un pregiudicato e durante le primarie prometteva posti di lavori in cambio di voti.

Il diretto interessato, a quel punto, ha chiesto di poter parlare per fatto personale, ma il vicepresidente Luigi Di Maio, tra le proteste dei colleghi del PD, gli ha chiesto di farlo a fine seduta. La cosa sembrava finita lì, almeno per il momento, ma il Premier Enrico Letta, nel suo intervento, è tornato sull’argomento:

Pensavo che le accuse di Grillo ai giornalisti Oppo e Merlo fosse una gaffe e immaginavo che si finisse ed invece vedo, collega Nuti, che lei ha rilanciato che o i giornalisti scrivono le cose che vi piacciono o vengono messi alla gogna. E' inaccettabile.

E, ancora:

Esprimo solidarietà al collega Farane per le cose ingiuriose dette qui dal collega Nuti. Questa logica della delazione e accusa è inaccettabile. […] Che cosa dovrei fare io che ogni mattina leggo sui giornali le cose più strampalate, incredibili, scorrette e ingiuste dal mio punto di vista ma, caro collega Nuti, è il mio punto di vista e c'è una differenza di fondo perché se lei ritiene che un giornalista leda le regole delle nostre istituzioni può rivolgersi alla magistratura, tutto il resto fa parte del normale dibattito politico e democratico.

I deputati di M5S, a quel punto, si sono alzati in aula e hanno inveito contro i deputati del Pd, mentre questi ultimi hanno applaudito le parole di Letta e rispedito al mittente le invettive dando dei fascisti ai deputati a 5 Stelle.

Di seguito la diretta dalla Camera:

Il discorso di Enrico Letta

Puntuale sulla tabella di marcia, alle 9.00 di questa giornata che vedrà la tanto discussa legge di Stabilità approdare alla Camera e, non meno importante, il voto di fiducia alle nuove “larghe intese”, il premier Enrico Letta ha preso la parola davanti al Governo al gran completo:

Sono qui a chiedere la fiducia per un nuovo inizio. Ho la determinazione a lottare con tutto me stesso per evitare di rigettare nel caos tutto il Paese proprio quando sta rialzandosi: l'Italia è pronta a ripartire e è nostro obbligo generazionale aiutare a farlo.

Poi l’appello, la richiesta di confermare la fiducia già ottenuta appena poche settimane fa:

Il 2 ottobre a dispetto del voto finale mi sono rivolto a una nuova maggioranza politica, meno larga ma più coesa negli intenti. Oggi ciò che chiedo è di confermare quella fiducia per segnare anche una discontinuità e segnare bene un prima e un dopo.

Nel corso del suo intervento il Premier ha speso qualche parola sui primi mesi del suo Governo:

Rivendico la positività del governo nei primi sei mesi, nei quali ho lavorato con con dedizione nonostante aut aut e minacce da cui ho cercato di tenere il governo al riparo. Un governo che dalla contrapposizione tossica tra nemici passa alla collaborazione sana tra avversari per archiviare un ventennio sprecato. La trasformazione politica in questi ultimi 7 mesi è la più radicale di tutta la II Repubblica. C'è un prima e un dopo e poi una storia da scrivere. Lo può e lo deve fare il Parlamento pena la condanna alla paralisi. Oggi la coalizione è diversa ma più coesa e nelle prossime settimane proporrò un patto di governo il 2014.

E, come ci si poteva aspettare, una previsione sul futuro:

Il grande obiettivo entro il quadro tempistico dei 18 mesi è di avere istituzioni che funzionino e una democrazia più forte e più solida. […] Il 2014 sarà il primo anno con il segno più dopo il buio della crisi. Un risultato non scontato che ci farà incassare il dividendo della stabilità.

Il voto è atteso per le 14 di oggi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO