"Cosa bianca" in arrivo. Strumentalizzando De Gasperi. Persino Berlusconi e Bersani ...

Procede a tappe forzate il cantiere per la ricostruzione della Cosa Bianca. Domenica prossima a Trento, in occasione della commemorazione del 58esimo della scomparsa di Alcide De Gasperi, molti ex diccì si incontreranno per fare il punto quasi finale. Poi, il 7 settembre a Fiuggi, l’atto politicamente più significativo, con la chiusura definitiva dell’Udc e la ricostruzione del nuovo partito centrista che, a meno di strappi oggi non previsti, dovrebbe allearsi nel dopo elezioni con il Pd e Sel per formare (urna permettendo) il nuovo governo di centro-sinistra.

Detto così sembra semplice. In realtà il percorso è ancora tutto in salita, rispetto all’identità del nuovo soggetto politico e soprattutto al peso da dare ai tanti spezzoni – piccoli e piccolissmi partitini – che formeranno il nuovo partito, non la nuova Dc, ma quasi una nuova Dc. Tutti ribadiscono che il nuovo partito nasce “nel nome di De Gasperi, per salvare l’Italia”.

Di De Gasperi, però, nemmeno l’ombra. E non c’è una riga scritta per il nuovo progetto salva-italia. Ben altro è l’impegno di capi e capetti sull’inquadramento futuro del nuovo partito e sulle future poltrone da conquistare nelle istituzioni, Pd permettendo.

La consegna data a tutti da Casini è "battere" sul nome di De Gasperi. Perché? Perché De Gasperi legittima “ideologicamente” e politicamente il progetto di Casini: “un partito di centro che guarda a sinistra”. Messa così anche Bersani può stare tranquillo. Ora, tutti vogliono mettere il cappello su De Gasperi e sulle sue intuizioni. Di fatto ognuno tira l’acqua al proprio mulino e il rischio di strumentalizzazioni politiche è più che evidente.

Persino Silvio Berlusconi sgomita per mettersi in prima fila a Trento e addirittura si fanno carte false per accreditare Pier Luigi Bersani. Ma non fu De Gasperi a cacciar via il Pci dal governo e non fu Togliatti a calzare scarponi chiodati per tirar calci al capo della Dc?

Gli anni passano e della storia, si sa, si prende quel che fa comodo. Le pagine ingialliscono. Le poltrone invece restano, pronte per essere occupate.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO