Nel 2016 la metà dei comuni italiani diventerà “città fantasma”

ghost town cartello
C’era una volta l’Italia dei piccoli comuni, quella che portava avanti le tradizioni, che piaceva alle famiglie, che piaceva agli stranieri ed attirava turisti. C’era una volta, e potrebbe non esserci più.

Un rapporto di Confcommercio e Legambiente, recentemente pubblicato sul Sole 24 ore, analizza infatti una situazione che fino a pochi anni fa sarebbe sembrata fantascienza: nel 2016 quasi 4400 comuni Italiani (il cinquanta percento) rischia di diventare “città fantasma” stile far west.

Che le nascite fossero in calo lo sapevamo, che la popolazione anziana stesse aumentando, pure; non sapevamo (o facevamo finta di non sapere) che i piccoli centri si stanno a poco a poco spopolando a vantaggio dei comuni più grandi (in media 10.000 abitanti); così il fulcro dell’Italia del dopoguerra si impoverisce, si perdono le potenzialità produttive e non si riesce più ad attirare nuovi cittadini e nuove imprese.

Una volta tanto non vi sono differenze, nei comuni a rischio estinzione, per quanto riguarda l’area geografica, la differenza la fa il numero di abitanti (il 95 percento dei comuni a rischio ha meno di 10.000 abitanti). I numeri rappresentano un malessere distribuito su tutto il territorio nazionale senza distinzione tra Nord e Sud: Il maggior numero di comuni disagiati ce l’ha il Piemonte con 539, seguito da Campania con 370, Calabria con 354, Lombardia con 318 e Sicilia con 301.

Se da una parte c’è un'Italia che sta scomparendo, dall'altra parte c’è però un'Italia che festeggia; ci sono infatti oltre 2.000 comuni dove la situazione è eccellente: fanno marketing territoriale, utilizzano l'innovazione tecnologica per creare nuovi prodotti e nuovi servizi, sostengono le tradizioni locali, valorizzano i propri prodotti tipici.

Questa speciale classifica di merito è guidata da Lombardia, Piemonte e Veneto ma secondo Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, non è sufficiente a far rimanere troppo allegri e sarebbe invece necessario “approvare la legge sui piccoli comuni, un progetto forte e condiviso, sottoscritto da oltre 120 parlamentari di tutti gli schieramenti”.

Foto: 0range County Girl | flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO