Forconi, sciopero 16 dicembre 2013 diretta oggi. Forza Italia: "E' la nostra gente, dobbiamo difenderla"

Coordinamento 9 dicembre spaccato sulla "Marcia su Roma" di mercoledì: continuano i blocchi ed i presidi in tutta Italia

Aggiornamento 17:31 - Circa una mezz'ora fa è stato annunciato dai Forconi e dal "Coordinamento 9 dicembre" il blocco contemporaneo del traffico in tutta Italia a tutti i presìdi attivi del movimento, nel pomeriggio di oggi. Lo stop sarà previsto per una quindicina di minuti ed è la prima volta che viene attuato.

Nel frattempo si stringe il cappello che Forza Italia sta tentando di mettere sulle proteste degli ultimi giorni: Il Mattinale di Renato Brunetta, un quotidiano online che funge più da aggregatore di notizie ed informazioni dedicato all'area di Forza Italia, ha pubblicato poco fa questo ennesimo endorsement:

"Tocca a Forza Italia difendere questa gente che è la nostra gente, sia essa in piazza (una minoranza) sia essa ancora lì a lottare, ad arrabattarsi e a non dormire di notte per risolvere i drammatici problemi del lavoro e del credito della ditta. [...] Dobbiamo assolutamente essere – come insiste Berlusconi – coloro che non solo dialogano con i “forconi”, ma offrono una casa politica e strumenti di sana protesta e proposta ai milioni e milioni di persone che sono in questa situazione pesantissima, ed oggi sono delusi da tutti i partiti".

Un'attestato di solidarietà importante per il movimento, che pure cerca invano di rifuggere le avances della politica: in tal senso la spaccatura in seno agli organizzatori del Coordinamento 9 dicembre si è già consumata.

Aggiornamento 14:16 - Intervenendo a Sky dal presidio romano di piazzale dei Partigiani, Danilo Calvani ha confermato la manifestazione nella Capitale prevista per mercoledì:

"Confermiamo questa grande manifestazione per mercoledì prossimo a Roma: se c'è il rischio di infiltrazioni non vedo perchè queste ci potrebbero essere mercoledì e non giovedì o venerdì. La manifestazione non sarà politicizzata, gli altri facciano pace con la loro testa: stanno facendo una trattativa politica con il governo, rinnegando così tutto quello detto fino ad oggi. Noi non trattiamo con questi politici delegittimati."

Aggiornamento 12:20 - Danilo Calvani è appena arrivato al presidio dei forconi di piazzale dei Partigiani, a Roma. Secondo Lucio Chiavegato i manifestanti, in tutta Italia, sono "oltre 8 milioni".

Continuano anche oggi i blocchi e presidi dei cosiddetti forconi, quel Coordinamento 9 dicembre assurto agli onori, ed oneri, delle cronache lunedì scorso, quando sono cominciati i blocchi e le manifestazioni: in particolare le situazioni più calde si registrano in Valle d’Aosta e Veneto.

In particolare è segnalata una coda di 2 Km, formatasi lungo la strada regionale 53 nella zona industriale di Cittadella (Padova), mentre a Campedello è chiusa la tangenziale sud di Vicenza. Altri rallentamenti si registrano anche ai caselli di Montecchio Maggiore (grigliata all'aperto quest'oggi), Montebello e Conegliano. Corteo in pieno centro, infine, a Mestre tra tricolori e bandiere della Serenissima.

E' stato chiuso invece il presidio del coordinamento di Aosta per mancanza di presidianti nelle ore notturne (anche a causa del gran freddo), mentre prosegue la protesta a Verres, nella bassa Val d'Aosta.

Nel frattempo si è consumata la frattura interna al Coordinamento 9 dicembre: da un lato l'ala più "moderata" del movimento, con a capo l'autotrasportatore siciliano Mariano Ferro ed il veneto indipendentista Lucio Chiavegato, che teme infiltrazioni di estrema destra e si ritira dalla possibile "Marcia su Roma", dall'altro quella più intansigente, capitanata dall'agguerritissimo agricoltore di Latina Danilo Calvani, che si dichiara totalmente contrario ad ogni possibile trattativa con il governo e le istituzioni, disconoscendone la legittimità.

La manifestazione di mercoledì a Roma non è ancora chiaro se si terrà o meno; certamente sarà molto ridimensionata nei numeri, anche perchè il prefetto della Capitale Giuseppe Pecoraro ha negato ogni tendopoli ed accampamento nel centro della città: i palazzi del potere sono da giorni sorvegliati speciali ed è massima allerta per le strade del centro città.

Con ogni probabilità mercoledì in piazza del Popolo ci saranno solo gli attivisti vicini a Danilo Calvani, il leader laziale dei Forconi, e solo dopo il 18, e comunque prima di sabato, arriveranno a Roma i simpatizzanti degli altri due leader, Mariano Ferro e Lucio Chiavegato per una manifestazione ancora tutta da definire.

Tra le possibili piazze concesse dalla Questura c'è la mitica piazza di S.Giovanni in Laterano, dove già lo scorso 19 ottobre fu concesso ai movimenti della casa di accamparsi prima del corteo del giorno dopo in centro (movimenti che hanno negato la loro partecipazione alla manifestazione di mercoledì).

Sembrerebbe dunque che Danilo Calvani si sia isolato all'interno dello stesso movimento, di fatto arroccandosi su una posizione più assolutista ed intransigente rispetto ai compagni di avventura: certamente sarà una settimana caldissima per la Capitale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO