Ipse dixit

Bossi insiste: "Il dito medio ce l'abbiamo ancora"

Bossi c’è! E chi lo mette in dubbio! Dopo che la Procura di Venezia ha stabilito che il gesto del dito medio del leader della Lega contro l’inno nazionale non può configurarsi come vilipendio, eccoci al replay.

“Il dito medio ce l’abbiamo ancora”, torna a tuonare l’Umberto alla festa del Carroccio a Pontida. “La lotta per la libertà continua”. E fa un appello al popolo del Nord: “Non spendete tutti i soldi. Se non approvano il federalismo, dovete venire in massa a Roma per far sentire la vostra voce. Se non c’è il federalismo, c’è la lotta di liberazione”.

E giù applausi. Berlusconi finge di non sentire. Fini manda giù il rospo. Il Pd non c’è: non sa, non vuole, non può. Il presidente Napolitano è in vacanza. Come metà degli italiani.

E Bossi picchia duro. Appena il ferro si raffredda, il “Senatur” martella e arroventa il popolo “verde”. Intanto i sondaggi danno la Lega vicino al 10%.

Fratelli d’Italia? Bossi, e basta!

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO