Cdm di oggi: la fase due. Crescita e tasse sul lavoro. Senza dimenticare i terremotati

Mario Monti ed Elsa Fornero

Roma, 9.00: fra mezz'ora comincerà il Consiglio dei ministri numero 43 dell'era Monti. Il primo dopo le vacanze estive.

La convocazione a Palazzo Chigi, al di là dell'ordine del giorno dichiarato, è molto attesa soprattutto per la curiosità nei confronti di quella che è stata più volte ribattezzata la fase due del progetto del Governo. Ovvero la tanto decantata crescita.

Dopo le sue esternazioni, Elsa Fornero dovrebbe mantenere la promessa e chiedere in Cdm che vengano abbassate le tasse sul lavoro.

Poi c'è la questione del terremoto in Emilia: occorrerà pronunciarsi sulla richiesta – assolutamente condivisibile – dei governatori di Emilia, Lombardia e Veneto di procedere a una proroga della sospensione di tasse, tributi e contributi per tutti coloro che hanno palesi difficoltà economiche a causa dell'abitazione inagibile o di difficoltà nelle proprie attività produttive in seguito al terremoto. Sull'argomento, l'agenzia delle entrate ha già fatto sapere di non essere competente. Serve, infatti, un decreto.

Ecco l'ordine del giorno ufficiale della riunione.

- Aggiornamento del programma di Governo con particolare riferimento alla crescita: avvio esame;

- N. 3 DECRETI PRESIDENZIALI recanti autorizzazione al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ad assumere dirigenti scolastici, personale docente, personale tecnico-amministrativo e direttori amministrativi (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE);

- DECRETO PRESIDENZIALE: Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione (ISTRUZIONE) - ESAME PRELIMINARE;

- LEGGI REGIONALI;

- VARIE ED EVENTUALI.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO