Virus - Il contagio delle idee, la puntata del 20 dicembre 2013

La puntata del 20 dicembre 2013 del programma condotto da Nicola Porro su Polisblog.

23:35 la puntata di stasera finisce qui.

23:08 l'intervista di stasera è al presidente del CONI, Giovanni Malagò. Le sue dichiarazioni: "Ho fatto un grande sforzo che è stato quello di non dire i tanti voti che avevo in tasca ma comunque potevo anche perdere. - Gianni Agnelli? Mi voleva bene, aveva la capacità di sentenziare delle frasi che sono diventate letteratura o mitologia. - Luca Di Montezemolo aveva ricevuto la Legion d'honneur da Nicolas Sarkozy e noi siamo andati in Francia con lui. Carla Bruni non poteva venire e mi ha telefonato mentre stavo salutando Sarkozy. - Luca Di Montezemolo ha il tipico coraggio degli incoscienti come l'ho avuto io al CONI. - Come presidente del CONI, non percepisco niente, giro lo stipendio in beneficenza. Vorrei modernizzare, trasformare, evolvere il CONI. Abbiamo una cultura sportiva troppo calciocentrica. In Italia, non c'è cultura sportiva, abbiamo il record di ragazzi sedentari dagli 11 ai 15 anni e siamo al secondo posto nella classifica dell'obesità. - La gente è contrariata a causa dei disservizi. - Renzi è un mio amico e ha fatto il tifo per me. - Non è mai successo che un premier sia così sensibile ai problemi dello sport come Enrico Letta. Letta ha messo la faccia sulla legge sugli stadi - Cominciò a credere nell'EXPO 2015".

23:01 ultimo collegamento dal comitato 9 dicembre: "Cari politici, provate a vivere con 5 mila euro al mese e l'Italia si risolve da sola. Il popolo non vi vuole, siete corrotti e mafiosi. Al posto loro, vogliamo gli italiani. Gli italiani devono comandare l'Italia. Vergognatevi". Carbone: "Stiamo provando a dare le risposte. Il problema è che dobbiamo lavorare con le risorse che abbiamo". Ferrarini: "A me dispiace che si fa di tutta l'erba un fascio. Esiste gente capace e gente incapace. Ci vogliono politici competenti". La risposta del pubblico alla domanda virale: no, la protesta dei Forconi non è fallita.

22:51 Airaudo: "E' ovvio che la priorità è il lavoro". Subito dopo, arriva il momento di Vittorio Sgarbi che analizza un quadro di Renato Guttuso. Sgarbi: "Bisogna non pagare le tasse per costringere lo stato a non sprecare i soldi".

22:45 Alessandra Ghisleri, in collegamento Skype, ci mostra i risultati del sondaggio di questa sera.

22:43 Santanchè: "In questo momento, è sbagliato difendere posizioni ideologiche. Bisogna creare lavoro. Il welfare va ripensato tutto e completamente. Ci sono lavoratori tutelati e altri no. La legge Fornero è stata disastrosa, ha tolto tutta la flessibilità in entrata". Airaudo: "Io ho protestato contro la legge Fornero, il partito della Santanchè l'ha votata".

22:40 altre dichiarazioni dal presidio del Comitato 9 dicembre: "Non abbiamo lavoro, non sappiamo come andare avanti. Un sussidio è importante. Io sto sopravvivendo grazie ai miei genitori. Ora un figlio non potrei permetterlo". Un'altra manifestante: "Ho un'azienda, ho in conti in rosso ma i miei lavoratori li metto prima di me".

22:38 Airaudo alla Ferrarini: "Quella persona, dopo aver scontato la pena per spaccio, ha diritto al mantenimento del lavoro". Carbone: "Ma una persona può scegliersi i dipendenti da tenere in azienda oppure no? Gli imprenditori vanno ascoltati". Airaudo: "Esiste anche gente licenziata ingiustamente". Carbone: "Dobbiamo anche pensare a chi il lavoro non ce l'ha".

22:31 Airaudo: "La cassa integrazione copre il 75% e la pagano i lavoratori. E' una cassa a sé. La cassa in deroga non sta più funzionando perché va sulla fiscalità generale. Quella coppia sta pagando i ritardi della politica. L'art. 18 è stato amputato dalla Fornero. Purtroppo non c'è più".

22:22 va in onda un servizio dedicato ad una coppia in cassa integrazione in deroga, che ha dei figli. Ferrarini: "Non ho persone in cassa integrazione, mai un minuto di cassa integrazione in 63 anni di storia della mia azienda. Sulla cassa integrazione, sono troppo lunghi i tempi. Va rimodulato tutto perché non abbiamo flessibilità in entrata e in uscita". E aggiunge: "L'articolo 18 serve perché il lavoratore virtuoso viene penalizzato dal lavoratore lavativo. Io ho un dipendente che spacciava droga, l'ho ripreso in azienda e non posso allontanarlo".

22:19 Santanchè: "E' dovere di ogni politico, ascoltare chi protesta. Non sono dei delinquenti. Non ho incontrato persone violente ma persone sfinite. Ho visto persone violente solo sul programma di Michele Santoro dove dicevano che volevano ammazzarmi. Sui Forconi, c'è questo atteggiamento snobistico che non capisco. Vorrei rispetto per loro. Gli estremisti vanno condannati e non vanno mandati in onda. Questa legge di stabilità, che aumenta le tasse e non diminuisce la spesa, aumenterà le proteste. Capisco perché si faccia di tutta l'erba un fascio e non si crede più ai politici".

22:16 Daniela Santanchè è in collegamento. Subito dopo, vediamo un servizio dedicato al presidente della Camera, Laura Boldrini, e sulla polemica sui voli di Stato.

22:11 Airaudo: "Sono in parlamento da 6 mesi. Chi dice che i politici sono tutti uguali, dà loro una mano. Bisogna dire nomi e cognomi di chi avete votato in passato e chi vi ha deluso". Dal comitato 9 dicembre: "Il governo in carica ragiona solo sull'aumento delle tasse". Airaudo: "Io questo governo non l'ho votato dall'inizio".

22:07 Nicola Porro mostra uno schema riguardo le "perle" della Legge della Stabilità. Airaudo: "E' un governo anomalo. Quest'alleanza sta in piedi anche con queste cose". Carbone: "Queste perle sono frutto della politica del passato". Dal comitato 9 dicembre: "State rappresentando il teatrino classico della politica da 60 anni a questa parte. Un amministratore deve ridurre i costi altrimenti non può salvare un'azienda. State cercando di convincere gli italiani che il problema è l'evasione. Il problema è il vostro che non riuscite a tagliare le spese".

22:03 Ernesto Carbone, PD: "Ci sono stati anche proteste civili alle quali la politica deve dare risposte. Non si è agito sul mercato del lavoro e non è stato fatto un gran lavoro sulla spesa pubblica. Il tempo per fare le cose, però, c'è".

22:01 Lisa Ferrarini, imprenditrice: "Non biasimo chi protesta, sono contro la violenza. La legge della stabilità è stata una delusione totale. Ognuno di noi ha i suoi problemi. Non ci sono soldi ma bisogna ritornare a parlare di semplificazione, di gestione del budget e della pubblica amministrazione".

21:59 inizia il talk show. Giorgio Airaudo, SEL: "Vorrei un paese dove l'evasione contributiva e il lavoro nero vengano contrastati".

21:57 Porro mostra una schema riguardante l'impennata dei contributi sociali.

21:53 Luca Rosini è ancora in collegamento da Padova. Il comitato 9 dicembre esprime critiche nei confronti di Danilo Calvani, convinti che ritornerà in politica. La loro protesta andrà avanti: "I cassintegrati non vengono. Gli altri fanno protesta solo cliccando Mi Piace su Facebook. Bisogna ridare il lavoro alla gente".

21:46 Alfano: "Ho fatto la scelta giusta e se migliaia di persone mi hanno seguito significa che non era un mio sentimento personale". L'intervista termina qui. Subito dopo, va in onda un servizio dedicato alle manifestazioni di questi ultimi giorni.

21:39 Alfano: "Renzi ha l'adrenalina tipica di chi ha vinto un congresso e vuole cambiare tutto. La legge elettorale sarà fatta molto bene e salverà il bipolarismo". Su Berlusconi: "L'ho sentito nei giorni della decadenza e gli sono stato vicino. Oggi mi interesso su quello che c'è da fare per l'Italia". Sulle differenze con Berlusconi: "Noi siamo convinti che non serve rassegnarsi al fatto che l'Italia non possa uscire dalla crisi. Ho visto troppa rassegnazione".

21:35 Alfano: "E' facile dire tagliamo la spesa pubblica improduttiva. Bisogna prima individuare i settori da tagliare. Non sono un vecchio politico, ho l'interesse di tornare qui con i risultati". Subito dopo, vediamo alcuni stralci tratti dalla conferenza stampa con Renzi alla presentazione del libro di Bruno Vespa.

21:31 Alfano sul caso del killer evaso: "Abbiamo dato la dimostrazione che i cittadini sono sicuri". Sull'articolo 18: "Va assolutamente tolto per i nuovi assunti". Su Renzi: "Spero che la nuova leadership del PD adotti i concetti della sinistra socialdemocratica europea e non della Cgil". Sulla spending review: "Bisogna tagliare le tasse sul lavoro".

21:28 Alfano: "Questa legge di stabilità non aumenta le tasse e le diminuisce sul lavoro. Le spese possono essere fatte solamente tagliando la spesa pubblica". Sulla legge elettorale: "Non ne abbiamo parlato con Berlusconi. Troveremo un'intesa all'interno del governo".

21:25 Alfano: "Ringrazio le forze dell'ordine a nome degli italiani. Dietro quelle divise, c'è lo Stato. Oggi noi abbiamo approvato la legge di stabilità e, come ministro dell'Interno, ho svuotato le casse del fondo unico giustizia e l'ho dato per intero a chi contrasta la criminalità organizzata".

21:21 ascoltiamo l'intervista ad un poliziotto realizzata lo scorso 9 dicembre: "Togliere il casco è stato un modo per stare vicino ai cittadini. Non ho ricevuto nessun ordine. La sera sono tornato a casa ed ero contento. Guadagniamo 6 euro l'ora e gli altri rubano". Alfano risponde: "Alcuni dei protestanti hanno minacciato i commercianti. E' una cosa inaccettabile. E' un aggravamento delle condizioni di difficoltà".

21:15 Porro presenta il primo ospite di stasera: Angelino Alfano, vice-premier, ministro dell'Interno e leader del Nuovo CentroDestra. Nicola Porro gli regala un forcone. Le prime dichiarazioni di Alfano: "Parlo con molte persone, abbiamo consapevolezza che ci sono milioni di italiani che non riescono a mangiare. Ho separato la mia strada da Berlusconi proprio per salvare il governo e affrontare la crisi economica. Noi proteggiamo chi sta manifestando ma proteggiamo anche i commercianti che vogliono aprire il loro negozio. Un conto è protestare in modo pacifico, un altro è violentare la libertà altrui".

21:10 inizio trasmissione. La puntata di stasera inizia con un collegamento da Padova, dov'è in corso una manifestazione del Comitato 9 dicembre che si dissocia subito dai Forconi e dai movimenti di estrema destra. La domanda virale di stasera è la seguente: è fallita la protesta dei Forconi?

Questa sera, 20 dicembre 2013, a partire dalle ore 21:10 su Rai 2, andrà in onda una nuova puntata di Virus - Il contagio delle idee, la trasmissione di approfondimento politico condotto dal giornalista Nicola Porro.

Il principale argomento, che verrà trattato nel corso della puntata di stasera, sarà la protesta dei Forconi che, a partire dal 9 dicembre scorso, hanno paralizzato il paese con una serie di manifestazioni. A partire dai Forconi, si passerà a parlare, ovviamente, della crisi economica e della Legge di Stabilità.

La puntata di questa sera si aprirà con un'intervista al vice-presidente del Consiglio, Ministro dell'Interno e leader del Nuovo Centrodestra, Angelino Alfano. Subito dopo, ci sarà un talk show con la presenza di Daniela Santanchè, Forza Italia, Giorgio Airaudo, Sinistra, Ecologia, Libertà, Ernesto Carbone, Partito Democratico, e Lisa Ferrarini, imprenditrice.

L'intervista finale, invece, avrà come protagonista il presidente del CONI, Giovanni Malagò.

Polisblog seguirà in diretta la puntata di questa sera, riportando in tempo reale tutte le dichiarazioni e gli avvenimenti degni di nota.

Appuntamento alle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO