Alla Camera tagli per 50 milioni. Vietati i regali costosi

Chi riceve regali troppo costosi deve restituirli o devolverli.

La Camera dei Deputati oggi ha approvato il bilancio previsionale e la nota di variazione, prevedendo tagli per 50 milioni di euro all'anno dal 2014 al 2016, per un risparmio complessivo di 150 milioni.

Nel 2014, rispetto al 2013, ci sarà una diminuzione della spesa per i deputati di 1,9 milioni di euro all'anno, ossia del'1,3%, una riduzione della spesa per le retribuzioni del personale in servizio di più di 14 milioni, ossia del 5,3%, e un abbassamento della spesa per beni e servizi di 8,4 milioni, cioè del 5,5%.

Queste sono tutte spese che già nel 2013 rispetto al passato sono notevolmente diminuite. Inoltre sono state prorogate fino a tutto il 2016 le misure di contenimento in vigore per quanto riguarda le indennità di parlamentare e i rimborsi ai deputati che sarebbero scadute nel 2015 con un risparmio di 50 milioni di euro.

Quindi anche nel 2016 non si adeguerà l'indennità parlamentare e si applicheranno ancora le misure di riduzione che sono già adottate dall'ottobre del 2011 e ci sarà ancora il taglio di 500 euro degli importi mensili della diaria e del rimborso delle spese per l'esercizio di mandato.

Gli organi di direzione politica hanno promesso di individuare entro marzo 2014 altre misure di razionalizzazione della spesa in modo da restituire altre somme al bilancio dello Stato in virtù della revisione e del contenimento dei costi effettuati dalla Camera nel 2013.

Il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Garofoli ha inoltre diramato una circolare con la quale ricorda ai dipendenti della presidenza di rispettare l'articolo 4 del codice di comportamento che è stato di recente approvato e che vieta ai funzionari pubblici di ricevere regali, a meno che non siano di modico valore. Chi riceve regali costosi deve metterli a disposizione dell'amministrazione per la restituzione o per la devoluzione a fini istituzionali. Devono dunque essere consegnati al Dipartimento per le politiche di gestione, promozione e sviluppo delle risorse umane e strumentali che ne troverà la destinazione.

La Presidente della Camera Laura Boldrini ha detto:

"La Camera prosegue nella linea dei risparmi e della sobrietà. Misura dopo misura, dobbiamo continuare a dare risposte che siano rispettose del diffuso malessere sociale"

Inoltre ha ringraziato il Collegio dei Questori perché ha svolto un lavoro che ha trovato larghissima condivisione nell'Ufficio di presidenza tanto che tutte le proposte sono passate senza voti contrari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO