All’estero piace Sarkozy, Berlusconi molto meno

Due presidenti europei. Due leader di centro-destra. Due politici che devono il loro successo non solo a qualità prettamente professionali, ma anche alla capacità di essere personaggi mediatici.

Berlusconi e Sarkozy hanno certo molto in comune – il primo in passato non ha perso occasione per ribadire la loro vicinanza politica e personale e c’è chi trova che insieme siano in grado di risollevare le sorti dell’UE e che lo stiano già facendo.

Entrambi risultano quindi interessanti per ed interessati al sistema mediatico, ma il database Bayes-Swarm ci mostra che, tra le fonti di informazione in lingua inglese, Berlusconi nei tre mesi di governo ricorre 450 volte, ottenendo una visibilità davvero minima se confrontata con quella del presidente francese, che con 1974 occorrenze ottiene l’81% dell’intera torta.


I siti di informazione anglofoni nel confronto preferiscono decisamente Sarkozy che, al contrario di un andamento più o meno costante del nostro premier, raggiunge delle significative punte di visibilità in coincidenza di eventi internazionali a cui ha preso parte: l’incontro con Bush all’Eliseo il 15 Giugno, la visita in Israele il 25 dello stesso mese, la liberazione della Betancour in Luglio, in cui ha avuto un ruolo di primo piano.

Una spiegazione può essere data in prima battuta dall’attenzione che la Francia ottiene in quanto presidente di turno dell’UE. A causa di questo ruolo e non solo, Sarkozy riserva alla politica estera (e soprattutto a tematiche prettamente statunitensi) un intenso impegno: tutto questo assicura una risonanza maggiore sui media stranieri rispetto alla politica di Berlusconi, per adesso tutta rivolta all’Italia.

E’ interessante poi osservare come la crisi in Georgia, ed il conseguente piano per la tregua proposto da Sarkozy a nome dell’EU, non abbia aumentato la visibilità dei due premier europei quanto ci si sarebbe aspettati: quello che in Italia era presentato come un successo dell’Europa tutta, non è evidentemente considerato tale dai media anglofoni.

Lara Burriesci, Osservatorio Web


  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO