E il deputato leghista inventa l'onorevole 'a domicilio'

La proposta è davvero unica nel suo genere, altrimenti non avrebbe certo meritato la nostra attenzione. Ora, dopo l'euforia iniziale, occorre - e questo lo lasciamo a voi - valutarne l'utilità ma, soprattutto, la fattibilità. Gianluca Buonanno, deputato leghista e sindaco di Varallo (in provincia di Vercelli) si è inventato "l'onorevole a domicilio". Che vuol dire? "Basta telefonare in municipio a Varallo - fanno sapere dal suo entourage - oppure direttamente al suo cellulare e fissare giorno e ora e il deputato sarà a casa di chi lo richiede per sentire le esigenze del cittadino contribuente".

Da oggi, così, nella sua agenda, un giorno alla settimana sarà dedicato a chi chiede una visita a domicilio. Il suo intento è quello di recarsi soprattutto - parole di Buonanno - "da chi è malato, da chi è timido, da chi magari, anziano o portatore di handicap ed ha problemi a spostarsi". L'idea del parlamentare leghista ha tutti i principi di una piccola rivoluzione: "Altro che casta! Basta segretarie, uffici, code, attese. Il deputato moderno - spiega - non deve aspettare la gente nel suo ufficio ma, se necessario, recarsi direttamente da chi ha bisogno". E il Palazzo già lo irride.

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO