Forza Italia, liste di esponenti non adatti alla Tv? A decidere è Berlusconi

Il quotidiano laRepubblica riporta l'esistenza di vere e proprie 'black list' di forzisti adatti ad andare nei salotti tv: a decidere è Berlusconi

Questa mattina il quotidiano laRepubblica in edicola pubblica un interessante articolo, firmato da Carmelo Lopapa, che riporta dell'esistenza di vere e proprie 'black-list' e 'white-list' di esponenti di Forza Italia adatti, o meno, al presenzialismo televisivo.

Si sa che Berlusconi, sulla presenza tv, non transige: da uomo politico capace di consolidare il suo carisma, e la sua leadership politica non solo nell'area di centrodestra, grazie all'enorme potere delle televisioni, e da imprenditore che ha fatto (nel bene e nel male) la storia della televisione commerciale italiana, Berlusconi è ben consapevole del potere che ancora può garantire il mezzo televisivo.

Per questo, scrive Lopapa, Berlusconi avrebbe deciso che alcune personalità di Forza Italia sono troppo “vecchie” (sia in senso filosofico che in senso anagrafico) per andare in Tv: da Alessandra Mussolini a Maurizio Gasparri (che sulle tv ha firmato anche una riforma, quando era ministro delle telecomunicazioni), alcuni dei nomi che comparirebbero nella 'black-list', comunicata dallo stesso Berlusconi ai fedelissimi, non possono che essere definiti eccellenti:

"Si tratta degli ex An Alessandra Mussolini e Maurizio Gasparri, ma anche fedelissime quali Michaela Biancofiore (ad Arcore durante le feste) o Daniela Santanché, per continuare con Laura Ravetto e pure l’eurodeputata Lara Comi considerata un po’ l’astro nascente tra i pochi volti nuovi apparsi in gran spolvero da Ballarò a Spazio Pubblico."

E c'è chi, come Laura Ravetto, appena letti i quotidiani questa mattina, ha affidato la propria preoccupata perplessità al confessore 2.0, l'ormai onnipresente Twitter:


Tra i "più buoni", almeno sotto il profilo della performance televisiva, ci sarebbero invece altri nomi eccellenti, scrive Lopapa:

"Al contrario, la raccomandazione che sarebbe partita da Villa San Martino è di piazzare nei “panini” dei tg big più rassicuranti quali Mariastella Gelmini, Mara Carfagna e, a sorpresa, Renata Polverini, oltre all’onnipresente Renato Brunetta. In effetti, basta aver fatto attenzione ai tg degli ultimi giorni per notare gli avvicendamenti. Si vedrà se l’ex premier riuscirà davvero a imporsi, sta di fatto che i talk show di politica che riprendono da domani su tutte le reti hanno in agenda tra gli ospiti proprio alcuni dei protagonisti della “black list”, come loro stessi fanno notare con una certa soddisfazione (e per ribadire l’ottimo rapporto col capo)."

Certo è che una selezione di questo tipo, nel partito verticistico e personalistico di Forza Italia, non stupisce chi negli anni è stato abituato a ben di peggio: malignamente, si potrebbe anche affermare che nelle sue Tv è un diritto di Berlusconi mandare chi gli pare e piace, sopratutto se membro del suo partito. Quando si dice "conflitto d'interesse d'opposizione".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO