Ipse dixit

Parte il tour di Veltroni: "Salviamo l'Italia". Tappa a Firenze alla Festa del Pd: "Contaminiamoci!"

Con la scritta “Salviamo l’Italia” si rimette in moto la corriera di Walter Veltroni. E’ il nuovo tour del segretario del Pd per tentare di far decollare un partito rimasto al palo.

Obbligatoria la prima tappa alla “Festa democratica” che si apre oggi a Firenze. Per l’ex Festa de l’Unità, lo slogan veltroniano “Contaminiamoci” è indicativo della linea politica del Pd “multietnico”.

Salamelle, lampredotto, lambrusco, piadina, porchetta accanto (o in sostituzione?) a kebab, cuscus, mojito, tacos, springrolls. Chiusa l’epoca delle ideologie causa di tutti i mali, annullate le identità politiche retaggio del Novecento, è arrivata anche l’ora della contaminazione culinaria con l’imbastardimento della cucina Made in Italy?

I care, We can sono già archiviati. Avanti, (ex) compagni! Dopo la bandiera rossa e la falce e il martello, addio anche al culatello e al sangiovese? Chissà se la nuova cucina multietnica farà digerire meglio gli insuccessi del Pd.

Dopo il primo (sospettoso) giro d’assaggio di cibi extracomunitari, i compagni e i democratici, a Fortezza da Basso, torneranno alle lasagne e al barbera. C’è da giurarlo.

A dimostrazione che, a differenza del comunismo e del socialismo dichiarati morti da Veltroni e i suoi supporters, certe cose buone prima (sotto le rosse bandiere), restano buone anche oggi (sotto non si sa più cosa).

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO