Decreto salva-Roma bocciato, anzi no. E il governo aumenta le aliquote Tasi

I Comuni potranno aumentare le aliquote Tasi tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille per concedere detrazioni alle famiglie e ai ceti più deboli.

Lo psicodramma del decreto salva-Roma va avanti. In un pomeriggio è stato prima bocciato e poi ripreso per i capelli. A dire no è stata la Commissione Affari Costituzionali del Senato, che è intervenuta sui presupposti di costituzionalità, poi però in Aula, sempre a Palazzo Madama, la bocciatura è stata respinta con 111 sì e 159 no.

In particolare in Commissione favore della bocciatura sono stati di Lega, Forza Italia, Movimento Cinque Stelle e Gal mentre erano assenti alcuni esponenti del Pd e di Scelta Civica che avrebbero votato contro, ma tanto il risultato è stato presto ribaltato in Aula.

Il fronte del no aveva sottolineato che il decreto è troppo eterogeneo e mette insieme materie diverse accomunate solo dalla parola "proroga" e inoltre il provvedimento presenta norme già viste in altri dl decaduti e che quindi non sarebbero più presentabili.

Intanto il governo ha diffuso una nota in cui spiega che in materia di Tasi-Imu sarà presentato un emendamento al decreto Enti Locali che preverrà la concessione ai Comuni nel 2014 della possibilità di aumentare le aliquote al di sopra dei massimi ora consentiti, cioè del 2,5 per mille, in modo da concedere alle famiglie dei ceti più deboli ulteriori detrazioni oltre quelle concesse dalla Legge di Stabilità.

Tutto questo, promette il governo, non comporterà un aumento della pressione fiscale e l'incremento delle aliquote sarà contenuto tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille complessivo. I Comuni potranno ripartirlo tra le diverse basi imponibili.

L'intenzione dell'esecutivo, come già esposto nei giorni scorsi dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, è quella di vincolare l'extragettito ad altrettante detrazioni, e questi soldi si vanno ad aggiungere al messo miliardo che era già in programma per i meno abbienti nella Legge di Stabilità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO