Monti, al via incontri con le parti sociali. Inflazione in crescita. Vola il carrello della spesa

La ciliegina (bacata) sulla crisi che continua a imperversare sugli italiani è data dal “caro libri”, una stangata per le famiglie alla vigilia della riapertura delle scuole, di ben 507 euro a figlio (dato Federconsumatori). Ma le disgrazie non vengono mai sole.

Settembre si apre proiettando altre mazzate per i cittadini del Belpaese. Dopo il nuovo aumento dell’inflazione (3,2% ad agosto) ci sarà una valanga di aumenti di prezzi anche per i beni di prima necessità, con il carrello della spesa in … volo. La stangata per una famiglia di quattro persone sarà di 628 euro l’anno. Questa è la stima del Codacons diffusa ieri, 31 agosto, dopo l’indice dei prezzi al consumo Istat. l'aumento dei prezzi acquistati con maggiore frequenza colpisce in primo luogo le persone povere ed il ceto medio che già fatica ad arrivare a fine mese ma non può certo rinviare a tempi migliori l'acquisto dei prodotti alimentari e altri generi di prima necessità.

Il Codacons offre una simulazione per diverse tipologie di persone: per esempio, una pensionata vedova spenderà 348 euro in più all'anno, 29 euro al mese, che non torneranno dalla rivalutazione delle pensioni. In questo senso, il rifinanziamento della social card del governo Monti "suona come una presa in giro, dato che andrebbe ormai data a un terzo delle famiglie italiane". Al contrario, finora la misura "non ha nemmeno raggiunto la platea preventivata al momento della sua istituzione, ossia 1 milione e 300 persone". I consumatori invitano quindi l'esecutivo a indirizzare la social card "almeno alle famiglie ufficialmente povere", ovvero l'11,1% dei nuclei italiani registrati dall'Istat, pari a 8 milioni e 173mila persone.

Settembre si avvia anche con l’aggrovigliarsi dei nodi occupazionali, con tante aziende che lunedì non riapriranno i battenti. Dov’è la fase due di Monti? Forse già dalla settimana entrante si saprà qualcosa di più con il premier che incontrerà a Palazzo Chigi le parti sociali. Incontri incentrati sul tema della produttività e della competitività per la crescita e l’occupazione.

Monti si vedrà con le organizzazioni imprenditoriali il 5 settembre alle ore 12 e con le organizzazioni sindacali l'11 settembre alle ore 16.30. "Monti - spiega un comunicato di Palazzo Chigi - ha voluto coordinare con i ministri interessati le modalità per sollecitare un dialogo che conduca a miglioramenti della produttività nelle imprese, nell'ambito del quadro predisposto dal governo con le nuove iniziative per la crescita e le riforme strutturali volte al miglioramento della competitività". Non resta che attendere.E i partiti? Il Pd pensa alle primarie.Il Pdl a incastrare ... Napolitano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO