Il calcio è un diritto di tutti: non toglieteci Tutto il calcio minuto per minuto.

Scusa Ameri, sono Ciotti, ti interrompo per comunicarti il finale del primo tempo... ed ora la linea allo studio dove Alfredo Provenzali... quante volte queste cantilene familiari hanno illuminato le nostre domeniche pallonare. Quante volte eravamo in viaggio e l'eco costante degli aggiornamenti radiofonici ci ha tenuto compagnia? E quanti ricordi legati alle cronache, ai gol di un'epoca in cui non solo le partite in TV erano un miraggio, ma per sapere i risultati della prima "frazione" bisognava attendere Paolo Valenti nell'intervallo di Domenica In...

E ora vogliono toglierci tutto questo. Sì, lo so che molti ormai seguono le partite su Sky, o alla peggio sulle tante radio e TV private che informano dei cambiamenti di risultato o seguono esclusivamente la nostra squadra del cuore, ma Tutto il calcio minuto per minuto è impagabile e irraggiungibile. Nulla potrà mai emulare le gesta dei nipotini di ameriluzziciottiferrettibortoluzzi & co., così come non esisterà mai più una trasmissione come Novantesimo Minuto, ricca di personaggi come Tonino Carino, Cesare Castellotti, Ferruccio Gard, Luigi Necco, Gianni Vasino, Giorgio Bubba e scusatemi per coloro che ho dimenticato.

Quattro minuti di cronaca previsti dalla legge... è tutto qui quello che resterà? No. Non lo possiamo accettare. Il calcio è un diritto di tutti e tale deve rimanere. I ricchi paperoni del pallone già incassano i proventi di Sky, che rappresentano comunque la fetta grande della torta, e non possono fare muro sul resto, soprattutto sui diritti di trasmissione radiofonica. 30 milioni l'offerta Rai, contro i 70 della richiesta della Lega Calcio guidata da Galliani. 40 milioni di differenza possono sembrare tanti ma non lo sono: sono niente rispetto alla ricaduta in negativo che la mancata firma dell'accordo potrebbe avere sulla popolarità di questo sport.

Ci rifletta, caro Galliani, e glielo dico da milanista e appassionato del pallone. La base popolare è tutto per il calcio, e se voi decidete di confinarlo sulle TV a pagamento ne decreterete la lenta morte per agonia. Glielo ripeto: non toglieteci Tutto il calcio minuto per minuto, o questa maledizione ricadrà su di voi e su tutto il calcio italiano.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO