Datagate: l'NSA spiava anche gli sms

Quasi 200 milioni di messaggi di testo spiati al giorno, 5 milioni di chiamate non risposte, 110.000 nominativi, 800.000 transazioni finanziarie: gli incredibili numeri dello spionaggio NSA. Ai danni di ignari cittadini.

NSA spiava sms

Non si fermano le rivelazioni del Guardian sul cosiddetto Datagate, anche se Glenn Greenwald, il giornalista che ha dato il via alle pubblicazioni raccogliendo il materiale fornitogli dall'ex tecnico dell'NSA, Edward Snowden, ha scelto un'altra strada.

Tocca così a James Ball scriverne.

Questa volta la rivelazione riguarda gli sms.

E non solo.

Lo scenario raccontato dal quotidiano britannico è di uno spionaggio massivo a strascico senza precedenti e quasi inimmaginabile, con numeri impressionanti. In media, l'NSA intercettava ogni giorno (ad aprile del 2011):
- 194 milioni di sms al giorno, intercettati e archiviati;
- 1,6 milioni di passaggi di frontiera registrati ogni giorno, attraverso gli avvisi dei roaming di rete (gli sms inviati automaticamente dagli operatori telefonici a chiunque attraversi una frontiera con un cellulare acceso);
- più di 110.000 nomi da biglietti da visita elettronici;
- più di 800.000 transazioni finanziarie.

Il tutto, come al solito, nel nome della sicurezza.

Oggi, Barack Obama, dovrebbe finalmente dare risposte. Proprio nel giorno del 50° compleanno della First Lady e nel giorno in cui ricorre il cinquantatreesimo anniversario di un celebre discorso di Ike Eisenhower che metteva in guardia gli americani dalla crescita del potere dell'industria delle armi.

Vedremo quali saranno le attese risposte di Obama.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO