Dimissioni per la Minetti? Nemmeno per sogno, lei non molla

Il Consiglio Regionale della Lombardia continuerà ad ospitare fra i suoi membri anche Nicole Minetti. L'igienista dentale / showgirl, coinvolta nello scandalo Ruby e sotto processo per il suo ruolo di "organizzatrice" delle "cene eleganti" di Silvio Berlusconi non ha alcuna intenzione di dimettersi. L'ingombrante presenza della Minetti, motivo di imbarazzo all'interno del PDL, è un peso che in molti nel partito di Berlusconi avrebbe voluto veder sparire.

Le sue dimissioni, magari ricompensate con l'ingresso nel mondo dello spettacolo tramite Mediaset (o qualcosa di vicino all'azienda di Cologno), sarebbe dovute diventare il "simbolo" del rinnovamento del partito. Cambio di marcia, fine del velinismo, moralizzazione del partito e invece nisba.

La Minetti non ha la minima intenzione di lasciare la sua poltrona conquistata grazie all'improvvido inserimento nel listino su pressione berlusconiana.

Il consigliere regionale più chiacchierato d'Italia lo ha spiegato a "Diva e Donna" (altra evidente anomalia):

Dopo l'estate ho scelto di restare per gli stessi motivi che mi hanno fatto avvicinare alla politica: l'ammirazione per le idee di libertà di Silvio Berlusconi. Non mi arrendo alle prime difficoltà: gli ostacoli mi motivano a essere più forte e tenace. Quindi per ora non mollo.

Insomma, dopo un'estate passata ad affollare le riviste di gossip con le sue foto al mare ribadisce che la fedeltà al leader che l'ha benedetta con il "posto" è tale da imporle di non mollare. Berlusconi resta sotto scacco. Almeno "per ora" perché, si sa, tutti hanno un prezzo.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO