Pakistan, attentato a Bannu: 22 morti e oltre 38 feriti

Tra i morti ci sarebbero 18 agenti di sicurezza e 4 civili. Anche tra i feriti, oltre 38 persone, ci sarebbero dei civili.

PAKISTAN-UNREST-NORTHWEST

Strage di militari nel nord-ovest del Pakistan, nella provincia di Bannu non lontano dalle porte di Razmak, dove una bomba è esplosa questa mattina al passaggio di un convoglio militare provocando la morte di oltre 20 persone e al ferimento di almeno 38 persone, quasi tutti militari.

L’attentato è stato subito rivendicato dai talebani pachistani, l’organizzazione di militanti islamici che ha base proprio nell’area dell’esplosione, le Aree Tribali di Amministrazione Federale. Shahidullah Shahid, portavoce del movimento Tehrik-i-Taliban Pakistan (TTP), ha confermato alla CNN che il gruppo è stato responsabile dell’attacco e che il loro obiettivo erano proprio le forze di sicurezza.

L’ordino radiocomandato si trovava all’interno di un veicolo, in viaggio tra Bannu e Nord Waziristan mentre nell’area vigeva il coprifuoco. Il veicolo in questione era stato noleggiato, quindi è evidente che l’ordigno sia stato piazzato a monte, forse proprio con la complicità del privato che l’aveva fornito alle forze di sicurezza.

Proprio per questo motivo il mostro dell’Interno del Pakistan, Nisar Ali Khan, nel condannare fermamente questo incidente ha chiesto all’Ispettore Generale dei Frontier Corps di fornire tutti i dettagli sui passaggi di questi veicoli in affitto.

Al momento le autorità locali hanno confermato il tragico bilancio. Tra i morti ci sarebbero 18 agenti di sicurezza e 4 civili. Anche tra i feriti, oltre 38 persone, ci sarebbero dei civili.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO