Assemblea Pd | Matteo Renzi: "Senza riforme legislatura a rischio"

E qualche considerazione sull'incontro con Berlusconi e le dimissioni di Cuperlo.

Matteo Renzi At The Democratic Party PD National Assembly

Assemblea Pd ad alta tensione dopo le dimissioni di Cuperlo. Durante la riunione con i parlamentari del Partito Democratico, il segretario Matteo Renzi è tornato sui temi cruciali di questi giorni, a partire dalla riforma elettorale al centro degli scontri: "Il passaggio di oggi è decisivo, senza riforme la legislatura rischia: se non si infila la prima tutto può succedere, non è un ricatto, ma una considerazione. Se falliamo noi falliscono tutti, se riusciamo cambia l'Italia.

Parole dirette quindi all'esecutivo Letta, sempre più in bilico visto anche il gelo tra il premier e il segretario, nonostante per l'anno a venire la durata del governo dovrebbe essere garantita. E la riforma elettorale? "Per me se non si tocca il premio di maggioranza e il ballottaggio, fate quel che vi pare. Se siete più bravi vi presto la mia stanza. Se si riesce a trovare un accordo per modificare e migliorare la legge, sono solo felice". L'unico punto in discussione rimane comunque quello delle preferenze.

Per Matteo Renzi, al momento, le figure ingombranti sono due: Silvio Berlusconi ("Può essere che abbia perso consensi incontrandolo, ma non mi misuro sui risultati dei sondaggi") e Gianni Cuperlo ("Mi dispiace per la sua scelta: mi è stato detto che avrei dovuto chiedergli di rinunciare. È una liturgia che non mi appartiene, e per quel che ne so neanche a Gianni").

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO