Crescita e Agenda digitale: le anticipazioni sul decreto

decreto sviluppo 2
Anche se nel Cdm di ieri, che ha portato all'approvazione del decreto Balduzzi, non c'è stato tempo e modo per parlarne, il decreto legge sull'agenda digitale allo studio da parte del ministero dello Sviluppo dovrebbe essere ormai in procinto di essere presentato, e ha una forma ben precisa, a giudicare dalle prime anticipazioni.

Il cosiddetto decreto Sviluppo 2 (o Digitalia), parte integrante dell'Agenda per la crescita, presenta un pacchetto di misure che dovrebbero semplificare la vita dei cittadini e al tempo stesso garantire uno slancio all'economia "digitale", alle imprese innovative e alla modernizzazione del paese. Ecco i punti principali del decreto, anche se il governo non ha ancora trovato l'accordo sul cronoprogramma:

Ricette digitali. Presto le prescrizioni mediche funzioneranno come i biglietti del treno: addio ricetta rosa, basterà un codice PNR fornito dal medico e che potrà essere presentato in qualsiasi farmacia sul territorio nazionale.


Documento unificato. Sullo stesso supporto elettronico saranno presenti la carta d'identità digitale e la tessera sanitaria, con in più la possibilità di inserire un "domicilio digitale", ovvero un indirizzo di posta elettronica certificata.

Bancomat obbligatorio. Da luglio 2013 tutti i negozianti e i venditori saranno obbligati ad accettare pagamenti con carte elettroniche per importi superiori ai 50 euro.

Anagrafe nazionale. Per accelerare il processo di automazione e digitalizzazione, l'anagrafe nazionale subentrerà a quelle comunali. Il censimento diventerà annuale.

Incentivi. Semplificazione normative per le aziende start-up innovative. È previsto poi un azzeramento delle tasse comunali per le installazioni in fibra e per gli impianti a banda larga, per favorirne la diffusione.

Foto |© TMNews

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO