Piemonte, elezioni regionali 2010: annullato il ricorso di Cota. Si torna a votare

La Regione Piemonte aveva presentato ricorso contro la sentenza del Tar del 10 gennaio scorso.

La Regione Piemonte ha presentato oggi il ricorso contro la sentenza del Tar del 10 gennaio scorso.


Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal governatore del Piemonte, Roberto Cota, contro la sentenza del Tar che ha annullato le regionali 2010, confermando quindi la sentenza di primo grado. Ora quindi è spianata la strada per il ritorno al voto.

Piemonte, elezioni regionali 2010: presentato ricorso contro la sentenza di annullamento


A quasi due settimane dalla sentenza del Tar che ha annullato il risultato del voto del marzo 2010, quando Roberto Cota vinse per una manciata di voti contro la presidente uscente Mercedes Bresso, la Regione Piemonte ha presentato ricorso al Consiglio di Stato contro quella sentenza.

Come annunciato ieri dallo stesso Cota, per il quale è stato chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di peculato nell'ambito dello scandalo "rimborsopoli", la richiesta della Regione è semplice: sospensiva in via cautelare degli effetti di quella sentenza, così da poter portare a termine il mandato, in scadenza il prossimo anno.

Chiediamo che il Consiglio di Stato si pronunci al più presto per consentirci di completare il mandato democraticamente conferitoci dagli elettori.

Il Consiglio di Stato, lo ricordiamo, ha 45 giorni di tempo dall’emissione della sentenza per confermare o annullare il pronunciamento del Tribunale amministrativo regionale.

Va da sé che se la sentenza dovesse essere confermata, il Piemonte non potrebbe far altro che tornare alle elezioni anticipate. Se invece il Consiglio di Stato dovesse accogliere la richiesta della Regione, il mandato potrebbe proseguire fino alla sua naturale scadenza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO