Interdizione Berlusconi: l'udienza fissata per il 18 marzo

La Corte di Cassazione dovrà decidere se confermare i due anni di pena accessoria per il Cavaliere.

Fiducia-Silvio-Berlusconi-piange-al-Senato-620x350

L'interdizione dai pubblici uffici di Silvio Berlusconi sta per passare al vaglio della Corte di Cassazione, dopo il ricalcolo fatto in appello su richiesta dalla stessa. E così la vicenda del Processo Mediaset che da oltre sei mesi (dopo, cioè, la condanna definitiva) tiene banco nella politica italiana sta per arrivare alla conclusione. La decadenza è avvenuta (ma adesso il Cavaliere ha un briciolo di speranza, a riguardo), l'interdizione con tutta probabilità sta per scattare e il 10 aprile ci sarà pure l'udienza per l'affidamento ai servizi sociali.

E in tutto questo, ci si mette pure l'iscrizione nel registro degli indagati per l'inchiesta sul Ruby Ter. Insomma, sono tempi difficili per il Cavaliere, nonostante la questione della nuova legge elettorale Italicum l'abbia riportato al centro della scena. Di questi tre delicati passaggi per il leader di Forza Italia, il primo sarà proprio quello dell'interdizione ai pubblici uffici, sulla quale la Corte di Cassazione si esprimerà il 18 marzo. E con tutta probabilità deciderà già in giornata se confermare i due anni decisi dalla Corte di Appello.

Una condanna accessoria che si somma all'incandidabilità e decadenza da senatore causata dalla Legge Severino (ma che vale per anni sei) e che quindi rende anche meno decisivo il tentativo inesausto di provare a dimostrare la non retroattività di quella norma. L'interdizione dai pubblici uffici, infatti, avrebbe avuto comunque la conseguenza di far decadere il Cavaliere dalla carica di senatore, e imporrà anche lo stop a ogni candidatura politica finché questa non scadrà.

Va detto, però, che due anni non sono molti. Ecco perché i legali di Berlusconi continuano il lavorio per provare a far "decadere la decadenza". I sei anni della Legge Severino sono una mannaia completa sulla vita politica del Cavaliere, i due anni dell'interdizione, con un po' di fortuna, potrebbero anche significare un suo ritorno attivo in politica per le prossime elezioni (sai mai che le larghe intese non durino più del previsto).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO