Imu-Bankitalia, bagarre alla Camera: via libera al decreto

Il presidente di turno Di Maio (M5s) espelle alcuni colleghi pentastellati. Sospese le operazioni di voto

BevZZh0CMAA5YG7

Aggiornamento ore 14:00 - Il decreto Imu-Bankitalia ha ottenuto il via libera della Camera con 335 sì, 144 i no, un astenuto.
Hanno votato sì Pd, Ncd, Sc, Popolari per l'Italia, Cd, Psi e minoranze linguistiche. Hanno votato no M5S, FI, Sel, Lega, FdI.
Il disco verde definitivo di Montecitorio è atteso, in seconda lettura, per la prossima settimana, dopo l'esame degli ordini del giorno in calendario lunedì mattina. Il provvedimento scade il 29 gennaio.

E' scontro alla Camera dei Deputati durante le votazioni sulla fiducia al decreto Imu-Bankitalia: alcuni deputati pentastellati hanno esposto cartelli e si sono sdraiati per terra proprio mentre Luigi Di Maio (M5s) presiedeva la seduta, che si avviava verso il voto di fiducia.

Il presidente di turno ha espulso dall’Aula diversi deputati M5S: tra gli altri, Gallinella, Vignardi, Baroni, Pesco, Brugnarotto e Terzone, auspicando così la ripresa dei lavori di Aula.


Successivamente Di Maio ha optato per la sospensione delle operazioni di voto, che sono riprese poco fa.


"Il governo con i voti dei renziani regala 7,5 miliardi di euro alle banche private e poi parlano di risparmi! Vergogna! Il M5S sta impedendo in modo gandhiano di votare queste indecenze."

scrive il deputato Alessandro Di Battista su Facebook. Secondo la deputata Laura Castelli invece

"Bloccare l’aula durante la votazione di fiducia al Decreto Imu Bank Italia è l’unico modo per dimostrare a questo Blocco di Potere che i cittadini hanno per evitare che 7,2 miliardi finiscano nelle tasche delle banche"

Foto | Alberto Losacco su Twitter

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO